Mertens: "Ho rifiutato la Cina"

Il talento belga: "Avrei sistemato figli e nipoti"

  • A
  • A
  • A

Anche Dries Mertens è finito nel mirino dei club cinesi. Lo ha svelato il diretto interessato al portale belga nieuwsbald.be. "I soldi che mi hanno offerto erano davvero tanti, ci ho pensato per un giorno e alla fine ho rifiutato - ha spiegato -. Vi posso assicurare una cosa: era davvero difficile dire no a una simile cifra, perché garantisce ricchezza ai tuoi figli e anche ai nipoti".

La tentazione è stata forte, i soldi offerti una montagna, ma il belga ha preferito rimanere a Napoli, dove guadagnerà presumibilmente molto di meno. Ma i soldi non sono tutto nella vita, anche se la condizionano. "A volte senti i calciatori che parlano della loro scelta di vita come una ricerca da parte loro di una nuova esperienza. Non è vero, sono spinti dal denaro" ha spiegato Mertens.

La Cina lo attira, ma per ora solo per una vacanza o altro estraneo al calcio. "Mi piacerebbe conoscere la cultura asiatica. L'Asia è in cima alla lista dei miei desideri, ma per un'esperienza diversa dal calcio". Il rifiuto dopo essersi consultato con la moglie. "Abbiamo cercato delle informazioni ed insieme a mia moglie abbiamo pesato pro e contro raccogliendo testimonianze di gente che c'è stata. Lì c'è tanto smog e anche il cibo sarebbe stato un problema". 

A questo punto De Laurentiis potrebbe evitare nel rinnovo del contratto la clausola per la Cina, ma nel calcio si cambia idea molto facilmente e non si sa mai. Anche se la pizza è molto meglio degli involtini primavera...

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments