POLITICA ELLIOTT

Milan, tempo di rinnovi per Suso, Donnarumma e Bonaventura: ma Gigio dovrà ridursi lo stipendio

Giampaolo punta molto su Jack, lo spagnolo vuole un ritocco dell'ingaggio

di
  • A
  • A
  • A

Il primo dossier a finire sulla scrivania di Boban e Maldini sarà quello di Bonaventura visto che il suo contratto scadrà nel giugno del 2020, tra meno di un anno. I prossimi tre mesi per Jack, ora che ha smaltito i problemi fisici e si sta regolarmente allenando, saranno quelli verità per capire se per il centrocampista 30enne c'è ancora un ruolo da protagonista nel Milan e a che condizioni economiche. Giampaolo punta molto su di lui e la presenza in panchina del tecnico abruzzese nelle pieghe delle discussioni potrebbe agevolare il suo prolungamento.

Negli incontri a Casa Milan con Raiola non si parlerà solo di Bonaventura, ma anche di un altro suo assistito: Donnarumma. In questo caso la scadenza è fissata nel 2021, ma l'intesa sul rinnovo va cercata entro la primavera per evitare che la prossima estate possa presentare gli stessi punti di criticità di due anni fa ai tempi di Mirabelli direttore sportivo del Milan. Gigio, soprattutto ora che Navas è approdato a Parigi, è sempre dell'idea di continuare, ma Elliott chiederà al portiere 20enne di ridursi il suo attuale ingaggio monstre da 6 milioni che va decisamente oltre il salary cup imposto del fondo americano al club.

Suso, rimasto in rossonero nonostante l'incessante corteggiamento di Roma e Fiorentina, ne è consapevole e per questo attraverso il suo entourage chiederà un ritocco dei suoi attuali 3 milioni di euro netti a stagione. Il Milan sembra poter dare segnali d'apertura, a patto che la clausola da 40 milioni di euro venga eliminata una volta per tutte.

Vedi anche Il Milan ritrova Hernandez: si allenerà con il gruppo Milan Il Milan ritrova Hernandez: si allenerà con il gruppo

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments