TEMPO REALE

Milan, mercato live - Ibra adesso è più vicino grazie a Di Maria

L'argentino va al Psg per 65 milioni e lo svedese può tornare a Milano

  • A
  • A
  • A

Sinisa Mihajlovic ha ribadito la posizione del Milan su Romagnoli. "Se Romagnoli andrà via dalla Roma, verrà al Milan. Per quanto riguarda Ibra, è libero di venire: non so se ha i soldi per l'aereo... Scherzi a parte, abbiamo una grande squadra a prescindere da chi potrebbe arrivare", ha detto l'allenatore rossonero.

Nonostante sia vicino al Milan, Ibrahimovic strizza l'occhio alla Mls: "Mi piacerebbe giocare negli Stati Uniti. In quale squadra? Non posso dirlo. Sarebbe un'esperienza fantastica, vedo che il calcio sta crescendo parecchio negli Usa. Ero qui 10 anni fa e non aveva ancora raggiunto questo livello, sta crescendo nella giusta direzione e spero che raggiunga il livello del calcio europeo", le sue parole dal North Carolina, dove si trova con il Psg.

L'indiscrezione è di quelle clamorose. Il Psg avrebbe acquistato Di Maria per 65 milioni di euro. L'esterno argentino sarebbe atteso negli Stati Uniti per aggregarsi con il resto della squadra. Il suo arrivo libererebbe del tutto Ibrahimovic, sempre più vicino al Milan.

Sinisa Mihajlovic ha convinto Romagnoli a scegliere il Milan. Il difensore non vuole trasferirsi al Napoli, ma ha intenzione di vestire la casacca rossonera dove troverebbe il tecnico serbo.

Il Milan ha rifiutato un'offerta, proveniente dalla Premier League, per Alessadro Matri. In via Aldo Rossi attendono un rilancio.

Le ultime su Ibra e il Milan dal nostro Claudio Raimondi: "Ibra ha scelto di tornare a Milano, al Milan. Questo è un dato di fatto. Ha detto no a United e Galatasaray, a offerte da 10 milioni. Il Milan ha pronto il contratto, 6 milioni a stagione per tre anni. E' una operazione che prevede tempi precisi: il Psg tratterà la cessione di Ibra dopo aver preso il sostituto, che sia Di Maria o Lacazette. Dal primo lunedì di agosto, dunque, le somme di questo sogno rossonero.

Intercettato dai media svedesi, Mino Raiola non ha commentato le dichiarazioni di Ibrahimovic: "Cosa intendeva dire Ibra? Chiedetelo a lui. Non vedo perché dovrei commentare io la sua frase”, le sue parole.

Per Zlatan Ibrahimovic adesso c'è l'offerta. Il Milan rimane in attesa di segnali, consapevole che tutto sarà deciso dopo l'1 agosto (finale a Montreal, in Canada, della Supercoppa). Ma nel frattempo, secondo la Gazzetta dello Sport, c'è già l'offerta: triennale al giocatore da 6 milioni più bonus e 5,5 milioni al Psg per il cartellino del giocatore.

Urbano Cairo su Maksimovic è stato chiaro: "E' un giocatore che ci hanno chiesto e al quale teniamo tantissimo. Ma non vogliamo cederlo. Vogliamo cercare di non vendere altri giocatori dopo aver venduto Darmian", le parole del presidente granata. Il nome di Maksimovic era stato fatto come valida alternativa a Romagnoli subito dopo il rifiuto della Roma all'offerta di 25 milioni.

Anche l'Ajax è interessato a Mastour, il talento marocchino classe 1998 del Milan. Su di lui aveva fatto un sondaggio il Psg. Il Milan ha fatto sapere che vuole 5 milioni di euro.

Il Milan per il centrocampo ha una valida alternativa. Si tratta di Soriano, che Sinisa Mihajlovic ha già allenato alla Sampdoria. I blucerchiati vogliono 25 milioni di euro, ma tra qualche settimana il prezzo potrebbe abbassarsi.

"Il mio futuro è nelle mani di Mino Raiola", così Zlatan Ibrahimovic ha risposto ai giornalisti che gli chiedevano del suo possibile trasferimento al Milan dopo l'amichevole contro la Fiorentina. Un buon segnale per i rossoneri visto che Galliani ha un ottimo rapporto con il procuratore dello svedese e già a fine giugno era stata trovata un'intesa di massima? Di certo l'ad milanista è pronto a tornare all'assalto del Psg nel mese di agosto.   

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments