Milan: Caceres, l'affare non si sblocca

L'uruguaiano supera i test medici, ma poi rifiuta la prima proposta economica del Milan

  • A
  • A
  • A

Il primo scoglio è stato superato, ma il secondo è tutt'altro che facile da aggirare. Martin Caceres ha infatti superato le visite mediche e, al termine di una lunga giornata di test tra la clinica La Madonnina e Milanello, è da considerarsi idoneo a tutti gli effetti. Arruolabile, quindi, ma non per questo arruolato. Anzi: l'uruguaiano avrebbe infatti respinto la proposta del MIlan (contratto fino a giugno) e dal suo entourage trapelerebbe pessimismo.

L'affare è dunque, al momento, sospeso e non è affatto scontato che le parti possano trovare una soluzione. Il Milan sarebbe dell'idea di non spingersi oltre un contratto di cinque mesi per poi rivalutare la situazione a giugno. Il giocatore vorrebbe ovviamente un contratto più lungo. A questo va aggiunto la questione ingaggio, dato che Caceres e Adriano Galliani non sembrano aver trovato la quadra nemmeno sotto questo punto di vista. Il tutto a margine di una giornata lunga, intensa, in cui il giocatore ex Juve si è sottoposto ad approfonditi test medici che ne hanno di fatto garantito l'idoneità. 

Cosa accadrà adesso è realmente difficile capirlo. E' probabile che le parti tornino a parlarsi e provino a raggiungere un accordo, ma in questo momento la distanza è ampia e difficilmente colmabile. Resta il fatto che il Milan aveva pensato a Caceres per l'improvvisa emergenza in difesa conseguente agli infortuni di Antonelli, De Sciglio e Calabria. Emergenza che a questo punto non sarebbe ancora risolta. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments