Kean, Juve al lavoro per il rinnovo: la scadenza è vicina e le pretendenti tante

Paratici e Nedved in pressing su Raiola. Quel tentativo del Milan a dicembre e il no di AdL per il prestito in estate

Kean, Juve al lavoro per il rinnovo: la scadenza è vicina e le pretendenti tante

Il pressing della Juve su Mino Raiola è costante. Moise Kean è il nome del momento: il ds Paratici e il vicepresidente Nedved non vogliono correre il rischio di perdere questo talento classe 2000 su cui le big hanno già messo da tempo gli occhi. E la scadenza del contratto il 30 giugno 2020 è dietro l'angolo, soprattutto per un giocatore che, come ha detto il ct Mancini "ha margini enormi di miglioramento". Juve dunque al lavoro per il rinnovo.

Per blindare Kean, alla Juve non basteranno soltanto garanzie economiche, ma serviranno anche quelle tecniche: sette presenze (due da titolare) con la maglia bianconera - tra campionato, Champions e Coppa Italia - e tre gol all'attivo sono i numeri in questa stagione dell'attaccante, che in futuro chiederà ovviamente più spazio. Come riferisce 'Tuttosport', la Juve è ottimista sul rinnovo. Ma le numerose pretendenti in ogni caso non resteranno a guardare. Il Milan sarebbe pronto a un nuovo assalto al giovane attaccante dopo il tentativo fallito a dicembre da Leonardo. E l'Ajax avrebbe già pronto un piano per portare Kean ad Amsterdam. Negli ultimi tempi si era parlato anche di un suo possibile inserimento nella trattativa per portare il gioiellino de Ligt (agente Mino Raiola) in bianconero. Ma ora più che mai la Juve non vuole privarsi del suo talento cresciuto nel vivaio. Il 'Mattino' racconta oggi di un 'no' del Napoli per Kean: Raiola in estate chiamò De Laurentiis, che rifiutò la soluzione prestito.

TAGS:
Mercato
Juve
Kean
Napoli

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X