MANOVRE BIANCONERE

Giuntoli sta creando la Juve di Motta: si parte da Di Gregorio, Calafiori e Koopmeiners

Il dirigente ex napoletano sta lavorando per consegnare al nuovo allenatore una squadra in linea con le sue idee di calcio

  • A
  • A
  • A

Negli ultimi colloqui avuti con Cristiano Giuntoli, il neo allenatore della Juventus Tihiago Motta (per l'annuncio ufficiale è questione di giorni), ha espresso chiaramente le sue richieste. A partire da un portiere che sappia dare il via all'azione e quindi ben dotato tecnicamente, un difensore in grado di inserirsi in avanti con personalità e un centrocampista tuttofare, capace di dare il suo contributo in fase difensiva ma anche di sapersi inserire con continuità ed efficacia in attacco. I nomi sono noti e corrispondono ai profili di Di Gregorio, Calafiori e Koopmeiners

Secondo quanto riporta l'edizione odierna di Tuttosport, il primo è praticamente già il numero uno della Juventus della prossima stagione, il secondo è un obiettivo alla portata mentre il terzo ha un costo di non meno di 60 milioni, contropartite incluse. Si sta lavorando, quindi, per inserire nell’operazione un giovane talento in grado di abbassare la cifra destinata all'Atalanta. 

Il primo nome è quello del difensore, nell'ultima stagione in prestito alla Roma, Dean Huijsen, che potrebbe diventare il perfetto sostituto di Scalvini, che ne avrà per almeno 6-7 mesi. La Juventus lo valuta tra i 25 e i 30 milioni. Il secondo è Samuel Iling-Junior, che è ormai a un solo anno dalla scadenza di contratto con i bianconeri. Un nome che potrebbe fare comodo a Gasperini che dovrebbe perdere, sulla fascia, un esterno come Bakker. C'è poi Matias Soulé, che potrebbe approdare alla corte di Xabi Alonso al Bayer Leverkusen. La Juve ha già un accordo di massima con l'entourage di Koop per un ingaggio da circa 4 milioni a stagione più bonus, della durata di cinque anni. Non resta che trovare la contropartita più gradita ai bergamaschi. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti