PARLA L'AGENTE

Inter, si riparte da Lautaro: "Felice con Dzeko e Correa, fiducioso per il rinnovo"

Il "Toro" sarà il pilastro dei nerazzurri del futuro, mentre Sanchez e Vidal sono vicini all'addio per tagliare i costi

  • A
  • A
  • A

C'è chi resterà e c'è chi se ne andrà. Con buona pace del bilancio. La dirigenza dell'Inter ha le idee chiare su come comportarsi per riempire il buco da 246 milioni di euro e adesso deve passare dalle parole ai fatti. Quelli più concreti riguardano Lautaro Martinez. E' innegabile che una sua cessione farebbe comodo alle case interiste, ma non è da qui che si deve partire. Anzi. Il "Toro" è il pilastro su cui ricostruire la Beneamata dei prossimi anni. Ormai da tempo l'accordo per il rinnovo dell'attaccante argentino dato a un passo e l'agente del giocatore, Alejandro Camano, lo ha ribadito per l'ennesima volta, tranquillizzando i tifosi nerazzurri.

"Posso dire che è felice in Italia e il calcio italiano gli piace tantissimo. Già da tempo stiamo discutendo il rinnovo con l'Inter e sono davvero fiducioso, la strada imboccata è quella giusta. La Serie A è un campionato importante e diverso rispetto a quello di qualche anno fa. Lautaro è molto felice di giocare con calciatori di grande qualità come Edin Dzeko e Joaquin Correa. Tutti e tre sono degli attaccanti terribili per le difese avversarie", ha detto a radio Kiss Kiss Napoli.

Vedi anche Inter, nessun anticipo sui tempi: Onana in nerazzurro dalla prossima stagione Mercato Inter, nessun anticipo sui tempi: Onana in nerazzurro dalla prossima stagione Non a caso, non è stato nominato Alexis Sanchez, il primo sulla lista dei partenti. Il cileno ha fatto capire di voler cambiare aria e sarà accontentarlo. Anche a breve. L'intenzione è di trovare una nuova sistemazione già a gennaio, risparmiando così su parte del suo ingaggio da 7 milioni di euro a stagione. L'ipotesi risoluzione è più che plausibile, anche perché porterebbe a un taglio dei costi di oltre 10 milioni (se non dovesse essere prevista una buonuscita) visto che il contratto scadrà a giugno 2023. La sua partenza aiuterebbe le casse del club e libererebbe un posto in attacco, che sarebbe colmato da un profilo più giovane e meno caro. Come quello di Gianluca Scamacca, candidato numero uno per arrivare in prestito dal Sassuolo.

Un capitolo a parte merita Arturo Vidal. In questo caso l'ex Juve, Bayern e Barcelloa resterebbe volentieri a Milano, ma è l'Inter a cercare una soluzione alternativa e rapida. Sempre a causa di uno stipendio troppo oneroso, considerato anche il rendimento in campo. A differenza di Sanchez, però, Vidal si libererà a zero già a giugno e una eventuale risoluzione anticipata permetterebbe di risparmiare solo su una parte del suo stipendio da quasi 8 milioni di euro. In questo periodo di ristrettezze, tuttavia, ogni euro non speso è un euro guadagnato e nonostante una situazione "tranquilla" per i prossimi mesi, Marotta e Antonello sanno bene che bosogna continuare a muoversi con circospezione.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments