TEMPO REALE

Inter, mercato live: apertura di Lamela

Il padre: "Ne stiamo parlando, ci piacerebbe tornare in Italia"

  • A
  • A
  • A

Erik Lamela è un nome caldo per l'Inter. Il padre-agente dell'argentino ha confermato i contatti a Gazzetta.it: "Stiamo parlando, aspettiamo possibili novità. Da parte nostra c'è disponibilità a intavolare una trattativa, sarebbe una soluzione gradita".

All'Inter potrebbero arrivare Ivan Perisic e Ezequiel Lavezzi. Ci conta il vicepresidente nerazzurro, Xavier Zanetti, oggi impegnato in un convegno organizzato a Expo dalla Polizia di Stato. Rispondendo alla domanda se all'Inter potrebbero arrivare i due giocatori, Zanetti ha risposto: "Stiamo lavorando per rafforzare la squadra".  Poi ha aggiunto: "I nostri dirigenti dell'area sportiva stanno facendo un grande lavoro e questa settimana faranno tutto il possibile per rafforzare l'Inter".

L'Inter sta provando in queste ora a portare a Milano Fabio Coentrao. Mancini vuole il terzino sinistro portoghese, ma la sua partenza verso i nerazzuri è sempre vincolata all'operazione del Psg per Kurzawa. I parigini vogliono il terzino del Monaco: l'operazione potrebbe sbloccarsi nel caso in cui i monegaschi non passassero il playoff di Champions (hanno perso l'andata col Valencia 3-1). A quel punto Kurzawa potrebbe andare al Psg e Coentrao all'Inter. Si decide nelle prossime ore.

Mercato-Inter, il punto di Paolo Bargiggia alle 15. "Per Lavezzi la situazione al momento è questa: c'è un sostanziale accordo fra l'Inter e il giocatore, nel senso che Lavezzi è disposto a trasferirsi all'Inter, con uno stipendio ridotto rispetto ai 4,5 milioni di euro che guadagna al Psg, ma col contratto che scade nel 2016. L'Inter propone 2 anni più uno di contratto, a una cifra ridotta. Il problema è la quota che il Psg pretende, ovvero 10 milioni nonostante Lavezzi sia in scadenza: per il club di Thohir la soglia massima è di 5 milioni. Ottimismo? Io dico che al 70 per cento l'affare si fa, ma non è lecito sbilanciarsi di più".

Un secondo vertice fra il ds Ausilio e Mazzoni, manager di Lavezzi, ha portato altri elementi positivi sulla trattativa. La volontà dell'Inter è molto forte, e Mazzoni ha detto: "Per Lavezzi è l'ora di tornare in Italia. Ma a questo punto dipende dall'Inter e dall'offerta che è disposta a fare a Paris St Germain". Il Psg vorrebbe 10 milioni di euro, l'Inter a quanto pare è disposta a non andare oltre la metà. Per il Pocho, ingaggio da 3,5 milioni.

Secondo quanto riporta La Gazzetta dello Sport, la Roma è tornata su Juan Jesus. Rudi Garcia ha chiesto il brasiliano alla società, che però non è del tutto convinta dell'acquisto.

L'Inter è impegnata anche sul fronte Lavezzi. C'è l'accordo con il giocatore: 3,5 milioni di euro più bonus. Bisogna solo trattare con il Psg, che chiede 10 milioni.

Sono ore importanti per il Wolfsburg, che deve valutare le cessioni di De Bruyne al Manchester City e di Perisic all'Inter. L'offerta ormai si sa da tempo: 8 milioni per il prestito e 12 per il riscatto. L'esterno croato, che su Instagram ha messo un like al gol di Jovetic pubblicato sul profilo dell'Inter, vuole i nerazzurri.

Spunta un nome nuovo per l'attacco dell'Inter, nel caso in cui dovesse sfumare l'affare Perisic. I nerazzurri avrebbero infatti già raggiunto un accordo di massima col Tottenham per Lamela, che arriverebbe in prestito oneroso (6 milioni di euro) con obbligo di riscatto fissato a 14 milioni. Martedì sono previsti contatti tra l'agente dell'argentino e i dirigenti dell'Inter.

L'incontro a Milano fra Mazzoni, manager di Lavezzi, e i dirigenti dell'Inter si è concluso all'ora di cena. Il Pocho ha detto sì al club nerazzurro per un biennale con un'opzione per il terzo anno con ingaggio spalmato. Lavezzi al Psg guadagna 4,5 milioni netti. Manca ancora l'intesa con il Psg, che vuole 10 milioni di euro, mentre il club nerazzurro vorrebbe chiudere a 5-6. Lavezzi è in scadenza con il club parigino nel 2016.

Alejandro Mazzoni, agente di Lavezzi, è a Milano e nel tardo pomeriggio ha parlato coi dirigenti dell'Inter. Un elemento in più, per confermare l'interesse dell'Inter sul Pocho e la possibilità che la trattativa si ossa chiudere entro due giorni. Non è facile, ma ci si prova.

La trattativa per Perisic non si chiude oggi, come l'Inter sperava e come diceva l'agente del giocatore. Il Wolfsburg ha dato la sua risposta al club nerazzurro e ha chiesto ancora qualche giorno per decidere se privarsi o meno dell'attaccante. L'Inter è sempre pronta ad accogliere Perisic. Fra lui, Borini e Lavezzi, Mancini conta di prenderne due. 

Accelerata importante dell'Inter per Lavezzi. La società nerazzurra conta di chiudere entro 48 ore la trattativa con il Psg, che chiede 5-6 milioni. L'Inter dal canto suo lavora per ridurre il prezzo del cartellino del Pocho, in scadenza nel 2016. Per l'argentino pronto un contratto di due anni con opzione per un terzo.

Ezequiel Lavezzi resta sempre il sogno di Roberto Mancini. L'agente dell'argentino, Alejandro Mazzoni, ha parlato in esclusiva a FcInterNews.it: "In questo momento sta giocando con il Psg quindi va tutto bene. Vediamo cosa succederà in questi giorni. Inter? Parlo sempre con loro: è il mio lavoro. Comunque dipende dai nerazzurri: se non c'è un'offerta è difficile anche solo parlare".

Maurito Icardi ko: non è grave, ma per Carpi-Inter di domenica non ci sarà. E l'infortunio del centravanti ha acceso la spia rossa in tema attaccanti (prima punta). Dietro a Icardi non c'è nessuno, un sostituto va trovato, e quel sostituto non è Perisic e non è Berini, entrambi esterni d'attacco. Per questo all'Inter si sta pensando a Gilardino, anche se Gila è oramai a un passo dal sì al Palermo, dopo aver risolto il contratto col Guangzhou. Potrebbe essere tardi, ma l'Inter ci prova.

Tonci Martic, agente di Ivan Perisic, intervistato dal quotidiano croato Jutarnji List ha espresso fiducia sull'imminente conclusione della trattativa tra Inter e Wolfsburg per l'approdo in nerazzurro dell'esterno: "Oggi potrebbe essere il giorno buono per chiudere, aspettiamo che i tedeschi diano la loro ultima parola".

Queste sono ore decisive per l'arrivo di Perisic. La distanza tra Inter e Wolfsburg si è assottigliata sui 2 milioni. La formula resta quella del prestito oneroso (circa 8 milioni subito) con obbligo di riscatto (12 milioni). Un totale di 20 milioni, quanto richiesto dal club tedesco.

Roberto Mancini, dopo la vittoria contro l'Atalanta, ha parlato del mercato nerazzurro, chiedendo rinforzi: "Siamo numericamente pochi, pochissimi. Con l'infortunio di Icardi siamo rimasti con Jovetic, Palacio e un ragazzo giovane in attacco. Siamo in emergenza anche a centrocampo, infatti ho aspettato fino alla fine prima di togliere Brozovic. Mercato? Non so cosa succederà, ma siamo pochissimi".

Prima di Inter-Atalanta, le parole di Pietro Ausilio ds dell'Inter: "La trattativa su Perisic sta proseguendo. E' un giocator che ci piace e che vogliamo. Non ci sono ultimatum tra noi e il Wolfsburg, il mercato chiude fra una stetimana. C'è tempo. Stiamo trattando, ma il Wolfsburg è un club ricco, tedesco e tosto. Vediamo che cosa accade".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments