Muro Inter: Marquinhos o Manolas

Suning disposto a spendere in estate, tra gli obiettivi anche De Vrij. In uscita Kondogbia e Banega

  • A
  • A
  • A

Preso Gagliardini per dare qualità e geometria al centrocampo, Suning sta pensando in grande per rinforzare l'Inter nella prossima estate. L'obiettivo primario è un difensore centrale di primissimo livello, oltre a un terzino. L'obiettivo principale è Marquinhos del Psg, ma non sarà facile strapparlo ai francesi, così come Manolas alla Roma, seppure il greco non rinnoverà il contratto coi giallorossi. In uscita Kondogbia e Banega.

Una grande squadra si costruisce dalle fondamenta. Lo hanno capito anche i proprietari cinesi dell'Inter che, dopo i risultati altalenanti di inizio anno che hanno compromesso l'intera stagione complice anche un reparto difensivo con qualche falla, hanno deciso di investire durante la prossima estate su un terzino forte, Ricardo Rodriguez, e soprattutto un difensore centrale di livello internazionale. Suning metterà mano al portafoglio per vestire di nerazzurro un giocatore da affiancare a Miranda e sul taccuino di Ausilio sono stati segnati nomi importanti.

Il preferito è l'ex Roma, Marquinhos. Un affare complicato per il costo elevato del cartellino e per la resistenza che farà il Psg, sempre mal disposto a trattare la cessione dei propri campioni. Il brasiliano però non rinnoverà il contratto in scadenza nel 2019 e così facendo potrebbe indispettire la dirigenza francese e aprire un varco nella trattativa. Discorso simile anche per l'alternativa principale: Kostas Manolas. Il centrale greco della Roma ha fatto sapere di non voler rinnovare l'accordo in scadenza nel 2019, costringendo i giallorossi a fare cassa già dalla prossima estate. Le squadre interessate non mancano e con Chelsea e Manchester United in prima fila, i nerazzurri si dovranno iscrivere a un'asta che farà lievitare il prezzo del giocatore ben oltre i 40 milioni richiesti. Infine, ad Ausilio piace De Vrij, ma trattare con la Lazio e Lotito è sempre complicato. I biancocelesti sono intenzionati a cedere l'olandese all'estero piuttosto che in Italia.

Nel mercato di gennaio, invece, si parla esclusivamente di uscite. La volontà di Pioli è quella di ridurre la rosa a 23-24 elementi e le partenze di Felipe Melo (sostituito da Gagliardini) e Jovetic, sono state le prime mosse in tal senso. Ma non le ultime. L'obiettivo massimo per la dirigenza sarebbe quella di ricavare un tesoretto per tentare l'assalto last minute a un terzino di livello, ma non è semplice. Gli indiziati a lasciare la Pinetina sono Banega o Kondogbia. Hanno offerte, ma l'Inter non li svenderà: partiranno solo con un'offerta indecente e non in saldo, o gratis, come chiesto da Sampaoli da Siviglia per l'argentino. Il francese piace in Cina, ma i nerazzurri lo venderanno solo per 25 milioni di euro minimo, così come Banega. In caso di offerta giusta partiranno Santon, che però chiede una cessione definitiva; Miangue, che piace al Cagliari; Gnoukouri, da diverso tempo accostato al Crotone; Yao e Ranocchia, con Biabiany accostato allo Jiangsu, l'altra squadra di Suning.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments