LA STORIA

Inter-Lukaku, che telenovela: così Marotta ha battuto Paratici

L'allarme di Conte, le richieste di Dybala, l'ammutinamento di Romelu: le tappe chiave della vicenda

di
  • A
  • A
  • A

Intenso, pieno di colpi di scena e, quando tutto sembra ormai svanito, ecco il lieto fine. Nella migliore tradizione hollywoodiana, il film della trattativa per Lukaku è un vero e proprio kolossal. Sarà per quello che il belga inizia la sua estate in vacanza a Los Angeles. Attende novità fin dal momento della notizia che Antonio Conte allenerà l'Inter dichiarando espressamente il proprio desiderio.

I nerazzurri presentano una prima offerta: prestito biennale a 10 milioni e riscatto a 60, ma il Manchester United spara alto: ne vuole 83, praticamente quanto speso due anni per prenderlo dall'Everton. Inizia il ritiro, il belga si allena, ma salta le amichevoli. L'11 luglio Piero Ausilio vola in Inghilterra. I Red Devils non calano le pretese, ma la frattura con l'attaccante belga è sempre più profonda.

A metà luglio la Juventus inizia a farsi avanti, tanto che spunta il nome di Edinson Cavani per i nerazzurri. A rompere gli equilibri però ci pensa Conte: "Siamo indietro col mercato". Parole che fanno capire un chiaro malcontento. Decisivo è il vertice di Nanchino tra l'allenatore e tutta la dirigenza. Arrivano le rassicurazioni richieste, l'Inter intende puntare in alto. Al rientro in Italia, l'amministratore delegato Marotta conferma il ritorno al sereno.

Da Torino però tornano nubi minacciose, quando Paratici sferra l'attacco, si accorda col Manchester per uno scambio con Dybala. A salvare i nerazzurri però è proprio l'argentino che spara alto per ingaggio e commissioni. È il primo week end di agosto e l'Inter capisce che è arrivato il momento di chiudere. Lukaku aiuta i nerazzurri, rifiuta di rientrare a Manchester, si allena con le giovanili dell'Anderlecht, rimediando anche una multa. I nerazzurri tornano in Inghilterra, alzano l'offerta. Il Manchester accetta e Lukaku può finalmente diventare nerazzurro. Così Marotta ha vinto il suo primo "derby" con la Juve.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments