Inter, dopo il rinnovo la clausola di Brozovic (per l'estero) alzata a 60 milioni di euro

Leggero ritocco alla cifra che serve per strapparlo ai nerazzurri rispetto ai precedenti 50 milioni

  • A
  • A
  • A

In concomitanza con il bilancio consolidato al 30 giugno 2018, l'Inter ha annunciato anche sei rinnovi di contratto tra cui quello di Marcelo Brozovic. Il centrocampista croato, oltre a firmare fino al 2022 (precedente scadenza 2021), ha acconsentito ad alzare la clausola di rescissione valida per le squadre straniere: un semplice ritocco, visto che si è passati da 50 milioni di euro a 60 milioni.

Una cifra che ad alcuni tifosi è sembra troppo bassa, considerando il grande finale di scorsa stagione, il Mondiale (chiuso secondo con la Croazia) giocato da titolare e questi primi mesi ancora ad alti livelli. Dietro questa scelta, però, si nasconde probabilmente anche un ragionamento valido per entrambe le parti: il precedente contratto scadeva nel 2021, l'Inter ha scelto di allungarlo sia per legarsi ancora a più lungo termine ad Epic Brozo ma anche per una migliore gestione dello stipendio negli anni. Allo stesso tempo il giocatore, concedendo questa "spalmatura" potrebbe aver chiesto che la clausola non arrivasse a cifre impazzite sulla base di quelle che si vedono spesso in Liga.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments