MANOVRE NERAZZURRE

Inter, Chiesa allontana Lautaro? I possibili scenari se arriva il gioiello viola

L'assalto all'azzurro renderebbe difficile una permanenza del Toro, per questioni tattiche ed economiche

  • A
  • A
  • A

Il calcio è in pausa forzata a seguito della pandemia del coronavirus, ma il mercato è più vivo che mai e ferve sull'asse Milano-Firenze: secondo le ultime notizie, Federico Chiesa sarebbe vicino all'Inter, che darebbe ai viola quattro contropartite tecniche e un conguaglio economico pur di avere la stella della Fiorentina e battere la concorrenza di una Juventus molto attratta dal calciatore. L'interesse di Marotta, però, sposta il focus anche su un altro punto: se l'affare si facesse, come conviverebbe Chiesa con la coppia d'oro Martinez-Lukaku?

La questione pone davanti agli occhi diversi scenari da analizzare, già studiati dalla società nerazzurra a prescindere dall'arrivo del figlio d'arte. Anzitutto, le contropartite tecniche non riguarderebbero titolari: il poker di contropartite riguarderebbe Nainggolan, Dalbert, Gagliardini e Pinamonti, grazie ai quali Marotta si avvicinerebbe agli almeno 60 milioni chiesti dal presidente Commisso. Dunque, Chiesa dovrebbe spodestare un attuale titolare. Ma chi? 

Nel 3-5-2 di Conte i laterali devono garantire copertura su entrambi i fronti e risulta difficile credere che l'azzurro possa fare un tipo di lavoro così sfiancante. Sia Iachini che Montella, nello stesso modulo, lo hanno infatti schierato da punta, preferendo evitare di confinare il suo talento lontano dalla porta. Né è credibile una svolta verso il tridente: non tanto per le idee di Conte (molto elastico sotto questo punto di vista), quanto per le caratteristiche dei giocatori. Chiesa starebbe largo, ma Lautaro e Lukaku sono due attaccanti d'area che amano giocare vicini e centralmente.
Al momento lo scenario più probabile, in caso di acquisto di Chiesa, porta alla partenza di Lautaro, che ha una clausola rescissoria attorno ai 111 milioni di euro valida fino al 15 luglio. Vero, l'argentino potrebbe fare la prima punta, e allora il possibile partente sarebbe Lukaku, ma raramente Conte - nella sua carriera da allenatore - ha fatto a meno del centravanti di peso. Inoltre, l'eventuale cessione del Toro garantirebbe una plusvalenza corposa, oltre a una pioggia di contanti tutti da investire sul mercato per almeno due colpi da scudetto. Perché per puntare a scalare i vertici bisogna non solo acquistare, ma anche vendere bene. Marotta lo sa meglio di tutti.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments