l'intrigo

Mercato Inter, c'è il sì di Frattesi ma serve prima una cessione

Il Sassuolo smentisce l'accordo da 35 milioni di euro, in ogni caso Zhang vuole prima un'uscita. Si prova a inserire il Milan

  • A
  • A
  • A

Il desiderio di Davide Frattesi è chiaro, lo ha ribadito ieri dopo Spagna-Italia dove è risultato uno tra i migliori in campo, se non il migliore: "Voglio restare in Serie A, non mi sento pronto per l'estero". Il centrocampista del Sassuolo ha dato la sua preferenza ai nerazzurri, che lavorano col club neroverde sulla base di un prestito oneroso con obbligo di riscatto per 35 milioni di euro complessivi, nell'affare sarebbe inserito pure Samuele Mulattieri (riscattato dal Frosinone ma che l'Inter controriscatterà versando circa 500.000 euro di differenza).

INTER, PER FRATTESI SERVE UNA CESSIONE

 Il sì del giocatore è una buona partenza per l'Inter, che però rischia di trovarsi nella situazione di stallo già vissuta per Gleison Bremer: Steven Zhang ha chiesto una cessione prima di procedere a un'entrata, e al momento in uscita non ci sono grandi movimenti. Per Onana nessun passo avanti col Chelsea, l'interesse dei Blues che risaliva alla scorsa estate per Dumfries non è stato confermato, su Brozovic nessuna novità e ancora più difficile sarebbe un addio - almeno a titolo definitivo - di Correa.

INTER-FRATTESI, CARNEVALI FRENA

 Intanto il Sassuolo fa sapere che "non c'è nessun accordo con nessuna società: non basta il sì del giocatore, serve l'ok di tutte le parti. Lui vuole restare in Italia, cercheremo di accontentarlo. Mulattieri? Ci interessa come altri giovani, a prescindere da Frattesi" le parole dell'ad neroverde Carnevali.

FRATTESI-INTER, SI INSERISCE ANCHE IL MILAN

 Questo impasse favorirebbe le altre squadre interessate a Frattesi, e la fila si allunga: oltre alle solite note Roma (di cui il giocatore è tifoso) e Juventus, si aggiunge pure il Milan che, secondo la Gazzetta dello Sport, ha chiesto un incontro con il ds del Sassuolo Carnevale per capire i margini di manovra.

INTER: FATTA PER ACERBI, SI RIPARLERÀ DI BELLANOVA

 Confermato il riscatto di Acerbi dalla Lazio (per circa 4 milioni di euro, affare in definizione in queste ore), ieri la "conferma" indiretta è arrivata dal suo agente Pastorello, i nerazzurri sono interessati a confermare Bellanova ma si cercherà una formula che non preveda il riscatto pattuito la scorsa estate: 3 i milioni pagati per il prestito oneroso della stagione appena terminata, i nerazzurri non vorrebbero versarne altri 7 al Cagliari. Se ne riparlerà più avanti, magari impostando un nuovo prestito.

Vedi anche Inter, Ausilio è rientrato da Londra: nulla di fatto per Lukaku e Koulibaly ma la trattativa continua  inter Inter, Ausilio è rientrato da Londra: nulla di fatto per Lukaku e Koulibaly ma la trattativa continua 

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti