Fiorentina, Pioli si è dimesso

Il tecnico viola lascia dopo la sconfitta col Frosinone e le polemiche

  • A
  • A
  • A

Stefano Pioli non è più l'allenatore della Fiorentina. Il tecnico viola si è infatti dimesso. A pesare sulla decisione, dopo un'apparente riappacificazione, sono state la recente sconfitta casalinga contro il Frosinone e la dura presa di posizione del club.

Dopo quasi due anni, a Firenze l'era Pioli termina bruscamente e anche un po' a sorpresa. Il tecnico ha scelto infatti di lasciare il club, anticipando i tempi di una decisione presa ormai da qualche tempo e sostanzialmente "pianificata" insieme al club. Nonostante altre sette giornate di campionato da giocare e una semifinale di ritorno di Coppa Italia ancora da disputare, Pioli ha preferito mollare il colpo subito, considerando già chiusa la sua avventura sulla panchina della Fiorentina.

"Tra poco saprete tutto": queste le sole parole proferite da un Pioli visibilmente rattristato, intercettato mentre stava tornando a casa dopo il confronto con la dirigenza che ha portato alle sue dimissioni. Chi conosce bene il tecnico emiliano lo ha visto particolarmente contrariato non solo dalla sconfitta con il Frosinone, ma anche dalla posizione espressa nel comunicato diramato ieri sera, dopo il vertice a Milano tra Andrea Della Valle, il fratello Diego collegato dalla Cina, Cognigni e Corvino.

Nel comunicato la proprietà e la società sollecitavano Pioli e i giocatori "a gestire e affrontare questo momento con la competenza e la serietà dimostrate nella prima parte del campionato" pretendendo "massimo impegno" da parte di tutti.

IL COMUNICATO DELLA FIORENTINA "ACF Fiorentina comunica di avere ricevuto in data odierna le dimissioni del Mister Stefano Pioli. L'allenamento odierno si sta regolarmente svolgendo sotto la guida dell'allenatore in seconda Giacomo Murelli".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments