Chelsea, ricorso per il mercato bloccato ma ancora niente sospensiva

La Fifa ha confermato con un comunicato di aver ricevuto il ricorso degli inglesi ma non ha sospeso il bando come in altri casi

  • A
  • A
  • A

Mercato bloccato per le prossime due sessioni, il Chelsea non ci sta e si oppone alla decisione. Attraverso un comunicato ufficiale, la Fifa ha confermato infatti che il club di Premier League ha presentato ricorso contro il blocco imposto dopo che i Blues erano stati giudicati colpevoli di aver infranto le regole sui trasferimenti internazionali di giocatori minori di 18 anni. Contrariamente a casi analoghi precedenti non è però ancora stato sospeso il bando.

Il club di Abramovich, che oltre al blocco è stata sanzionata anche con una multa di 600.000 dollari, aveva già annunciato il mese scorso di voler presentare ricorso contro la decisione del comitato disciplinare della Fifa e ora è arrivata l'ufficialità.

A parte questo però si sa poco o niente, perché la Fifa ha dichiarato nella nota di non essere ancora in grado di stabilire un programma per il processo, né di poter dire se il blocco del mercato sarà revocato in attesa dell'udienza sul ricorso (la data per la sentenza d'appello non è ancora stata decisa). "Qualsiasi decisione sulla possibilità che la sanzione rimanga o meno in vigore durante il ricorso - si legge - deve essere presa dal presidente della Commissione d'Appello della FIFA".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments