Caos Barcellona: Griezmann in arrivo, ma Messi vuole Neymar. Bartomeu: "Lui vuole andar via, il Psg non lo vende"

Il presidente blaugrana sempre più nella bufera dopo le dimissioni del suo numero 2 con delega all'area sportiva

  • A
  • A
  • A

Clima sempre più bollente in casa Barcellona, ma il caldo di questi giorni non centra niente. A scaldare l'ambiente, reso ancora più incandescente dalla dimissioni del braccio destro del presidente Bartomeu, è il mercato e in particolare Antoine Griezmann e Neymar. Il francese, bloccato da marzo e che sarà annunciato settimana prossima, non gode della stima dello spogliatoio dopo il no della scorsa stagione. Messi, a sua volta, spinge per il ritorno dell'amico Neymar, ma in casa blaugrana i conti alla voce stipendi non tornano.

Tutto fatto per Griezmann, ma lo spogliatoio - con Messi in testa - vuole Neymar. Guai in vista, dunque, per il presidente Bartomeu, che a marzo ha bloccato il francese e non può più tornare indietro causa penali altissime. Ai tempi non c'era il benché minimo sentore della voglia matta di Neymar di tornare in Catalogna dopo l'addio burrascoso di due anni fa, ma ora il possibile ritorno del brasiliano caldeggiato dalla Pulce rischia di far saltare il banco alla voce ingaggi. Perché con Messi a 50 milioni netti all'anno di stipendio e Suarez a 16 è difficile poter pensare di versarne altri 18 a Griezmann e a Neymar circa 22. Senza contare la necessità di vendere per fare cassa: Coutinho e Dembélé sono quelli che hanno più mercato, ma per far posto a O Ney bisogna sacrificare un extracomunitario: Malcom, Vidal o Arthur, con l'ex Bordeaux indiziato numero 1 ma che l'Arsenal ha appena rifiutato.

PARLA BARTOMEU In seguito alle dimissioni di Jordi Mestre e alle notizie su una presunta rottura nello spogliatoio, il presidente Josep Maria Bartomeu ha tenuto una conferenza stampa nella quale, inevitabilmente ha parlato anche di Neymar: "Le dimissioni di Mestre non hanno nulla a che fare con Neymar. Ci sono state discrepanze tra l'area sportiva e quella direttiva e questo, insieme ad altri motivi, l'hanno indotto a prendere questa decisione. Di Neymar sappiamo che vuole andare via dal Psg, ma anche che il Psg non vuole che vada via. Per tanto non c'è nessun caso. Non ci piace parlare di giocatori di altri club, così come a noi non piace che parlino dei nostri. Dembelé? Per me è più forte di Neymar, vogliamo che resti qui. Messi ha chiesto Neymar? Una leggenda, i giocatori non chiedono gli acquisti, si limitano a giocare. Su Griezmann vi svelo un segreto: "Ieri c'è stata una riunione a Madrid tra il nostro Ceo, Oscar Grau, e il consigliere delegato dell'Atletico, Miguel Angel Gil, per parlare dell'argomento, ma non posso dire nulla di più".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments