VERSO BERLINO

Formula E, la Nissan pensa ad Albon per la prossima stagione

Il pilota thailandese potrebbe (finalmente) sbarcare nel campionato elettrico per rilanciare il team giapponese: "Siamo in contatto"

  • A
  • A
  • A

Il campionato di Formula E si sta apprestando a vivere il suo weekend decisivo, con la doppia gara di Berlino che assegnerà il titolo della sesta stagione riservata alle monoposto elettriche (sabato e domenica in diretta sui canali Mediaset e in streaming sul nostro sito), ma le squadre pensano già al futuro. E la Nissan, una delle poche squadre fuori da giochi visto che Rowland e Buemi sono troppo lontani dalla vetta per sperare nell'impresa, punta a un nome grosso per rinforzare il team. Si tratta di Alexander Albon, ex pilota Red Bull e Toro Rosso in Formula 1 e oggi impegnato nel DTM tedesco sempre con la grande famiglia legata al marchio di bevande energetiche.

Vedi anche Successi dei piloti di casa nel weekend "elettrico" di Londra, De Vries nuovo leader della classifica generale Formula E Successi dei piloti di casa nel weekend "elettrico" di Londra, De Vries nuovo leader della classifica generale Il 25enne thailandese nativo di Londra vorrebbe tornare nel circus dei GP, dove potrebbe accasarsi in Alfa Romeo o Williams, ma sullo sfondo è comparsa l'opzione Formula E. Dove ha un conto aperto, visto che avrebbe dovuto correrci nella stagione 2018-2019 proprio con la Nissan, prima che arrivasse l'offerta, irrinunciabile, della Toro Rosso.

“Ovviamente Albon è tra i piloti che stiamo considerando. Ha mantenuto i contatti con noi, quindi parliamo regolarmente – ha detto il team manager della Nissan, Francois Sicard – . Sta seguendo quello che facciamo, quindi siamo molto vicini con Alex e potrebbe essere tra i piloti che potremmo selezionare. Ma ce ne sono anche altri, anche perché bisogna sapere che Alex stesso potrebbe anche avere altre opportunità”.

In attesa di prendere una decisione, Albon ha voluto rendere omaggio al suo idolo Valentino Rossi nel giorno in cui annunciato il suo addio alle moto. "E' stato il mio idolo fin da bambino - ha scritto sui suoi canali social - . Il mio kart aveva il numero 46 ed era pieno di suoi adesivi. E' stata una delle mie più grandi ispirazioni e ammirerò per sempre quello che ha ottenuto nel motorsport. Congratulazioni per un'incredibile carriera".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments