F1 Bahrain, Bottas centra la pole a sorpresa

Il finlandese della Mercedes brucia anche Hamilton (2°). Partirà terzo Vettel, davanti a Ricciardo

di
  • A
  • A
  • A

Valtteri Bottas conquista a sorpresa la pole position nel Gran Premio del Bahrain. Il finlandese brucia tutti e chiude in 1'28''769, frantumando il record della pista. Secondo ad appena 23 millesimi il compagno di team Lewis Hamilton, per una prima fila tutta Mercedes. Deve accontentarsi della terza piazza Sebastian Vettel, che gira quasi mezzo secondo più lento e si mette alle spalle la Red Bull di Ricciardo. Quinto Kimi Raikkonen, sesto Verstappen.

Alla fine la sorpresa si chiama Valtteri Bottas. Il finlandese conquista la sua prima pole in carriera sul circuito di Sakhir, frantumando il record della pista che apparteneva a Lewis Hamilton. Il duello per la prima posizione in griglia è proprio col compagno di team, che alla fine deve accontentarsi della seconda piazza, anche se ad appena 23 millesimi di ritardo. Per la Mercedes si tratta della diciottesima pole consecutiva, considerando anche quelle della scorsa stagione. Un dominio assoluto quello delle frecce d'argento in qualifica, che è stato confermato anche nel deserto del Bahrain, nonostante i tempi poco appariscenti delle libere.

La Ferrari, ancora una volta, deve dunque accodarsi. Sebastian Vettel è stato vicinissimo ai tempi dei due piloti del team tedesco tanto in Q1 quanto in Q2, ma al momento dell'assalto alla pole la sua SF70H è sembrata avere qualcosina in meno. Alla fine, infatti, sono 478 i millesimi di ritardo, non esattamente pochi. Peggio comunque fa Kimi Raikkonen, che scivola fino alla terza fila (5a posizione), finendo alle spalle di un sorprendente Daniel Ricciardo. La Red Bull sembra andare meglio rispetto all'Australia e alla Cina e punta a diventare la vera mina vagante del weekend anche in gara. Verstappen, condizionato da qualche problema di traffico, partirà sesto, ma anche lui è lì, a poco più di un decimo da Raikkonen.

Bene anche le Renault, con Hulkenberg che guadagna la settima posizione in griglia e Palmer che chiude la top 10 (la prima della sua carriera) alle spalle della Williams di Massa e della Haas di Grosjean. Ancora malissimo le McLaren, con Alonso che rompe il motore in Q2 e chiude quindicesimo, mentre Vandoorne non supera nemmeno la Q3 e partirà dalla diciassettesima posizione.

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X
Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments