FORMULA 1

Formula 1, Hamilton: "Voglio correre anche nel 2022"

Il sette volte campione del mondo non vuole fermarsi, neanche dovesse superare il record di Schumi

  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton scioglie i dubbi sul suo futuro, alla vigilia del weekend del GP del Portogallo: "Ho intenzione di correre anche il prossimo anno e intanto voglio godermi questo entusiasmante duello con Verstappen". Il sette volte campione del mondo sembra dunque intenzionato a proseguire, anche se in questa stagione dovesse conquistare il titolo iridato che gli consentirebbe di scavalcare Michael Schumacher e diventare il più vincente di tutti i tempi.

Getty Images

Nessun passo indietro, nessun addio: Lewis Hamilton correrà in Formula 1 anche nel 2022. Nella conferenza stampa di presentazione del Gp del Portogallo, terza prova del Mondiale dopo Sakhir e Imola, il britannico della Mercedes annuncia di voler continuare anche dopo la stagione in corso: "Ho intenzione di gareggiare anche l'anno prossimo. Di solito non mi offro volontario, ma lo faccio ora: voglio aiutare Pirelli a creare un prodotto migliore. Mi sto godendo questa battaglia, è molto stimolante e mi piace molto lavorare con questo team". Il sette volte campione del Mondo si concentra poi sul duello con Max Verstappen, secondo in classifica piloti ma distante appena un punto: "La Red Bull è ancora in vantaggio, ma nelle prime due gare ci siamo comportati bene". Un pensiero anche sul nuovo format: le qualifiche sprint. "Non ne so molto - ammette Hamilton - ma è un bene che stiano sperimentando. Ho sempre pensato che alcune gare debbano avere un format diverso: Montecarlo, ad esempio, è speciale, ma di solito non si rivela una buona gara. Spero di imparare tanto da questa novità".

Su una cosa Hamilton e Verstappen sono d'accordo: quella per il titolo sarà una vera e propria battaglia. "Possiamo andare forte in ogni gara - dice l'olandese della Red Bull - finora sta andando bene. Portimao però non è Sakhir o Imola, serve un buon assetto pur avendo una base. Ci sono ancora delle cose che vogliamo migliorare, è troppo presto prendere una delle monoposto come riferimento: le condizioni variano a seconda del circuito". Un testa a testa nel quale, però, Verstappen non si vuole concentrare sul rivale: "Non voglio pensare troppo a Hamilton, mi concentrerò solo su questo weekend: voglio andare il più forte possibile. Noi e la Mercedes siamo molto vicini, ma cercheremo comunque di evitare contatti".

 

Chi invece arriva a Portimao per dimenticare Imola è Valtteri Bottas, protagonista di un incidente con Russell e costretto al ritiro. L'episodio, però, è già alle spalle: "Non ho avuto modo di parlarne di persona, ma la questione è chiusa sia per me che per lui. Si è scusato e per me questa situazione è già alle spalle. Ho parlato brevemente anche con Wolff e abbiamo già dimenticato quella gara". Il finlandese della Mercedes guarda allora avanti e al resto della stagione, proponendosi come terzo incomodo nel duello tra Hamilton e Verstappen: "Manca ancora tanto tempo, anche se sono indietro e devo accorciare su chi mi è davanti in classifica. Ma il mio obiettivo è chiaro: voglio il titolo".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments