IL TRIONFATORE

F1 Stati Uniti, Hamilton: "Sensazione travolgente, come atleta mi sento al top"

Il britannico si gode il trionfo iridato: "Non so a quanti titoli potrò arrivare, ma sono fresco come una rosa..."

  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton è un fiume di emozioni dopo il 2° posto di Austin che gli è valso la conquista aritmetica del sesto titolo iridato: "È una sensazione travolgente, se devo essere sincero. Devo ringraziare tutto il mio team, ma anche mia madre, mio padre, la mia matrigna, il mio padre adottivo...tutta la famiglia che mi guarda da casa. Meglio di Fangio e vicino a Schumi? È un onore per me. Mio padre mi ha insegnato a non mollare mai, fin da quando avevo sei o sette anni. A quanti titoli posso arrivare? Non lo so, ma come atleta mi sento fresco come una rosa al momento. Sono pronto per la prossima gara e non molleremo sicuramente e continueremo a spingere nelle prossime gare".

Sul suo weekend, Lewis ha ammesso di non aver centrato a pieno l'obiettivo: "Ieri è stata una giornata complicata per noi - ha detto in riferimento al 5° posto in qualifica - Valtteri ha fatto un lavoro fantastico, congratulazioni a lui, assolutamente. Oggi volevo solo rimontare per regalare questo momento al team. Non pensavo che la gara ad una sosta fosse possibile, ma mi sono impegnato il più possibile. Sento tantissime emozioni al momento. Speravo di poter regalare loro una vittoria ma non è stato possibile, le gomme erano finite purtroppo. Devo ringraziare tutto il team LH che mi segue in tutto il mondo e tutte le persone che sono venute qui rendendo questo weekend così speciale come è. Grazie a tutti gli inglesi e ai tifosi americani con le bandiere inglesi che mi hanno sostenuto per tutto il weekend".

Contento per la gara Valtteri Bottas, che però ha ammesso che erano altre le sue ambizioni a inizio stagione: "Sono soddisfatto, è una grande vittoria - ha detto il finlandese - Ho avuto ottime sensazioni fin da ieri in macchina. Abbiamo un pacchetto competitivo in gara e sono molto contento di questa vittoria. Il titolo? Potevo concentrarmi solo su questo weekend, cercare di farlo al meglio e magari tenere aperto il campionato del mondo, ma chiaramente non è stato sufficiente e Lewis ha vinto il titolo. Voglio congratularmi con lui. Io ho fallito il mio obiettivo personale quest’anno, però c’è sempre l’anno prossimo. Per me lui quest’anno ha meritato perché ha fatto una stagione fantastica".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments