GARA SALVA

F1, il GP del Bahrain si correrà a porte chiuse

Annunciata la decisione degli organizzatori a causa dell'emergenza coronavirus

  • A
  • A
  • A

La Formula 1 correrà in Bahrain, ma a porte chiuse. Lo hanno deciso gli organizzatori del secondo GP stagionale, che si disputerà nel weekend del 20-22 marzo, dopo aver consultato la TaskForce sanitaria nazionale costituita per affrontare l'emergenza coronavirus. Sarà così vietata la presenza di spettatori, sia internazionali, sia locali, che di solito raggiungevano in massa il tracciato di Sakhir Il paese arabo ha intrapreso misure estreme per tenere sotto controllo il Covid-19 e vietare l'evento al pubblico era l'unico modo per non dover cancellare la gara.

Pochi giorni fa il Bahrein aveva annunciato l'interruzione della vendita dei biglietti per valutare al meglio la situazione.

"Dopo una consultazione con i nostri partner internazionali e con la Task Force nazionale per la salute del Regno, il Bahrain ha deciso di organizzare l'evento come riservato ai soli partecipanti. Come nazione ospitante della F1, assicurare il benessere di tifosi e partecipanti alla gara è una responsabilità enorme. Data la continua diffusione del COVID-19 a livello globale, l'organizzazione di un grande evento sportivo aperto al pubblico, che consentirebbe a migliaia di fan di interagire a stretto contatto, non sarebbe la cosa giusta da fare al momento. Ma per garantire che la salute degli addetti ai lavori e dei tifosi, lo stesso weekend di gara continuerà comunque come un evento televisivo", il comunicato degli organizzatori.

Vedi anche La F1 avverte Bahrain e Vietnam: "Niente GP se un team viene escluso causa coronavirus" Formula 1 La F1 avverte Bahrain e Vietnam: "Niente GP se un team viene escluso causa coronavirus" Vedi anche La Ferrari non teme il coronavirus: "Pronti a partire per l'Australia" Formula 1 La Ferrari non teme il coronavirus: "Pronti a partire per l'Australia"

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments