GP ABU DHABI

F1 Abu Dhabi, Hamilton chiude dominando

Undicesima vittoria per il campione del mondo, l'olandese 2° davanti a Charles e sul podio mondiale

di
  • A
  • A
  • A

Lewis Hamilton ha vinto il GP di Abu Dhabi e chiuso con l'11° successo stagionale un 2019 trionfale. Il britannico, già campione del mondo, ha dominato la gara con estrema facilità, tenendosi alle spalle Verstappen e Leclerc (sempre sotto investigazione). L'olandese ha regalato alla Red Bull il terzo gradino del podio iridato, lasciando a bocca asciutta la Ferrari. Grande rimonta di Bottas, che partiva ultimo e ha chiuso 4° davanti a Vettel e ad Albon.

Il finale che voleva. Dopo la pole di sabato Lewis ha dato un'altra prova di forza sotto i riflettori di Yas Marina e mandato un messaggio chiaro alla concorrenza: anche nel 2020 sarà lui l'uomo da battere. Il trionfo di Abu Dhabi è stato quasi una formalità, con una Mercedes capace di martellare un ritmo impressionante, impensabile per chiunuqe. Vittoria numero 84 in carriera, a soli 7 successi dal mito di Schumacher. Da cannibale qual è, si è preso anche il punto extra per il giro più veloce in gara, con gomme praticamente esaurite.

Per la Ferrari è stata una gara all'inseguimento: Leclerc è stato bravo a prendere la posizione su Verstappen con un'ottima partenza, ma un pit-stop eccessivamente (e inspiegabilmente) anticipato lo ha costretto ad arrendersi nel finale e a fare anche una sosta in più. La battaglia per il terzo posto nel mondiale si è dunque chiusa così: Max si è preso, meritatamente, il podio iridato alle spalle delle Mercedes, la Rossa ha alzato bandiera bianca al termine di una stagione da mettersi subito alle spalle. Delusione finale anche per Vettel, costretto anche lui al doppio pit da una gomma hard non in grado di assicurare performance alla SF90 e solo 5° al traguardo.

Si è preso il sesto posto in classifica un eccezionale Carlos Sainz, che ha chiuso 10° in una gara non facile e ha tenuto a bada Albon e Gasly, anche loro ancora in lizza per il titolo di "best of the rest". L'annata del rilancio per la McLaren si è chiusa con un bell'8° posto di Norris, dietro alla Racing Point di Perez, mentre la zona punti è stata completata dalla Toro Rosso di Kvyat.

Finale amaro per la Renault: 11° Ricciardo, 12° Hulkenberg, che non è riuscito a centrare la top 10 nell'ultima sua gara da pilota di Formula 1. Salutano con un risultato deludente anche le Alfa di Raikkonen e Giovinazzi (rispettivamente 13° e 16°). Dà l'addio al Circus con l'ennesimo ultimo posto anche Robert Kubica con la Williams

L'ORDINE D'ARRIVO

CALENDARIO E CLASSIFICHE

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments