SERIE B

Serie B: passo falso della Cremonese, il Lecce torna alla vittoria e si avvicina. Crollo Pisa

La capolista si fa rimontare 1-1 in casa dalla Reggina, successo dei pugliesi 1-0 al Frosinone, manita del Benevento al Pisa. Sorridono anche Ascoli, Parma e Ternana

  • A
  • A
  • A
© ipp

Brutta frenata della Cremonese nella 32esima giornata della Serie B: la capolista passa in vantaggio ma poi si fa rimontare 1-1 dalla Reggina in casa. Si avvicina allora il Lecce, che torna al successo dopo quattro partite grazie all’1-0 sul Frosinone, mentre scende al terzo posto il Pisa, che crolla 5-1 a Benevento. Importanti vittorie anche per Ascoli (1-0 al Pordenone) e Parma (3-1 a Cosenza). Colpo esterno della Ternana nel finale a Cittadella.

ALESSANDRIA-SPAL 2-2
Un punto ciascuno nella sfida di bassa classifica e nessuna della due squadre riesce a uscire dalla crisi. I padroni di casa partono forte e dopo 18 minuti è Corazza a firmare il vantaggio, Capradossi ristabilisce la parità al 33’. La Spal prende coraggio e ribalta il risultato in avvio di secondo tempo con Viviani, ma proprio quando il colpo esterno sembra vicino Marconi firma il pari all’82’.

ASCOLI-PORDENONE 1-0
Servono 84 minuti all’Ascoli per avere la meglio di un Pordenone sempre più ultimo: i neroverdi resistono e si difendono come possono, ma nel finale la beffa è firmata dall’appena entrato Baschirotti. Per i marchigiani un bel passo in avanti in chiave playoff.

CITTADELLA-TERNANA 1-2
Colpo esterno della Ternana che beffa in pieno recupero il Cittadella. La partita viene sbloccata al 38’ da Donnarumma che porta avanti gli ospiti, il successo esterno sembra a un passo ma i veneti raggiungono l’insperato pari proprio al 90’ con Tavernelli. Ma il match è ricco di colpi di scena ed ecco che al 94’ ancora Donnarumma condanna i padroni di casa e dà una bella boccata d’ossigeno ai suoi.

COSENZA-PARMA 1-3
Importante colpo esterno del Parma che si allontana dalle zone pericolose della classifica, dove invece resta il Cosenza terzultimo. Pronti via e dopo appena dieci minuti Bernabè porta avanti i ducali, che iniziano alla grande anche il secondo tempo con il raddoppio di Danilo a due minuti dal fischio iniziale. I calabresi provano a organizzare una rimonta e al 75’ il rigore di Larrivey accorcia le distanze, ma il tris di Bernabè (alla personale doppietta) chiude i conti.

CREMONESE-REGGINA 1-1
Brutta frenata della Cremonese in casa contro la Reggina. Nel primo tempo il muro amaranto regge agli attacchi dei padroni di casa, ma al 51’ Ciofani riesce a sfondare e portare in vantaggio i grigiorossi. Il rosso diretto a Crescenzi al 72’ regala però la superiorità numerica e qualche speranza alla Reggina, che ne approfitta subito con Galabinov dopo un altro episodio che vede protagonista l’arbitro: il pari arriva infatti su rigore al minuto 81’.  

LECCE-FROSINONE 1-0
Torna alla vittoria il Lecce dopo quattro pareggi consecutivi, mentre il Frosinone adesso rischia di scivolare fuori dalla zona playoff. I pugliesi partono meglio e concretizzano gli sforzi sul finire del primo tempo, quando Coda firma l’1-0 al 40’. Quanto basta per condannare i ciociari, incapaci di reagire e raddrizzare la partita. 

BENEVENTO-PISA 5-1
Da capolista quale era qualche settimana fa, il Pisa scivola in terza posizione e domani potrebbe essere addirittura quarto in caso di vittoria del Monza. Il Benevento vince nettamente ed è momentaneamente quinto. Insigne lancia sul secondo palo cercando la sponda aerea di Improta, la difesa toscana respinge goffamente liberando Ionita che, con una sorta di rigore in movimento, sblocca il big match al 3’. Lo sfortunato autogol di Caracciolo determina il raddoppio campano al 32’. Il tuffo di testa di Improta vale il tris al 49’; lo stacco di Forte segna il poker al 69’. Il gol della bandiera di Puscas anticipa la definitiva manita di Tello.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti