Serie B: Lecce ok con la Cremonese e da solo al terzo posto, frena il Pescara

Vittoria per 2-0 dei pugliesi nel posticipo, gli abruzzesi non vanno oltre l'1-1 con l'Ascoli

  • A
  • A
  • A

Il Lecce batte 2-0 la Cremonese, nel posticipo domenicale della 13° giornata di Serie B, ed è da solo al terzo posto. Di Falco (64') e La Mantia (79') le reti del successo pugliese. Nel pomeriggio, solo pari per il Pescara, chea fallisce l'aggancio al Palermo in vetta pareggiando 1-1 con l'Ascoli: al vantaggio di Brugman (50') risponde Ardemagni (65'). Pari (0-0) anche tra Spezia e Foggia.

LECCE-CREMONESE 2-0
Primo tempo piuttosto bloccato al Via del Mare, i grigio rossi di Rastelli stanno bene in campo e concedono soltanto un'occasione ai pugliesi, con una girata larga di Mancosu nel finale. Ancora Mancosu, nel secondo tempo, va vicino al gol con una conclusione a lato, appena dopo che Castrovilli, per la Cremonese, si era reso pericolosissimo su punizione. Lecce che accelera e il gol del vantaggio porta la firma di Falco, che prima chiama Ravaglia alla parata e poi insacca sulla respinta. Giallorossi sulle ali dell'entusiasmo, che trovano poi anche il raddoppio con La Mantia, abile a girare in rete di testa un corner di Greco. Lecce a quota 22, che guarda da vicino Pescara e Palermo nelle prime due posizioni.

PESCARA-ASCOLI 1-1
Il Pescara gioca per ritrovare la vetta, sfruttando il pareggio del Palermo nell'anticipo con il Verona per affiancare i rosanero in testa. Abruzzesi che spingono sull'acceleratore, ma Mancuso, dopo 18 minuti, getta alle ortiche una grande occasione facendosi parare un calcio di rigore da Lanni. Pericoloso però anche l'Ascoli, con Gravillon che sfiora l'autorete e Fiorillo deve superarsi. Ancora Mancuso in chiusura di tempo vicino al gol, ma Lanni gli dice di nuovo di no. Mancuso poi mette la firma sull'assist per il vantaggio di Brugman a inizio ripresa, ma Ardemagni risponde, riportando la sfida in parità. I tentativi finali di Mancuso, oggi poco incisivo sotto porta, non hanno esito. L'Ascoli soffre per il rosso a D'Elia (72'), ma conduce in porto il pari.

SPEZIA-FOGGIA 0-0
Gara intensa specialmente nel primo tempo quando entrambe le squadre provano ripetutamente a superarsi, con numerose occasioni da una parte e dall'altra. Nella ripresa, va più vicino al gol il Foggia con la traversa di Mazzeo, ma Agnelli lascia poi i suoi in dieci uomini per doppia ammonizione al 66'. Ultimo quarto di gara con forcing dei liguri, che ci provano fino alla fine ma non riescono a vincere e ad inserirsi in zona playoff.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments