serie b

Serie B, la Cremonese vince ed è prima. Ok il Benevento

I grigiorossi volano 2-1 a Terni e scavalcano il Brescia, fermato 1-1 dal Como. I campani vincono 1-0 a Perugia, successi per Parma, Cosenza e Vicenza

  • A
  • A
  • A
 cremonese
© italyphotopress

La Cremonese balza in testa alla Serie B, il Benevento inizia a sognare. Nella 26ª giornata, i grigiorossi vincono 2-1 a Terni grazie al gol di Gaetano all’80’ e sono primi da soli, in attesa di Lecce e Pisa. Solo pari invece per il Brescia, 1-1 a Como: si avvicinano allora i campani, vincenti 1-0 a Perugia. Poker Parma alla Spal, in coda arrivano i successi per il Vicenza sul Pordenone (1-0) e il Cosenza sull’Alessandria (2-1 in rimonta).

COMO – BRESCIA 1-1
Il Como ferma il Brescia nel derby lombardo e rallenta la corsa promozione delle Rondinelle. Al Senigallia, i padroni di casa ottengono un buon 1-1 che fa più piacere al proprio pubblico che a quello ospite. Gli uomini di Gattuso aprono subito le marcature con il colpo di testa di Cerri, che sulla punizione di Arrigoni fa valere i suoi centimetri per svettare e mandare all’angolino. I bresciani non vogliono mollare il primo posto in campionato e pareggiano al 71’ con Ayé, più veloce di tutti sulla respinta di Facchin a seguito del colpo di testa di Moreo. Nel confuso finale annullati i gol a La Gumina (fuorigioco) e a Vignali (fallo), l’1-1 tiene fino al triplice fischio. Il Brescia viene quindi scavalcato dalla Cremonese e rischia anche su Lecce e Pisa.

VICENZA – PORDENONE 1-0
Il Vicenza si aggiudica di misura la sfida di bassa classifica con il Pordenone. Ai veneti basta il meraviglioso destro di Da Cruz, che pennella un pallonetto imprendibile al quarto d’ora, per ottenere il successo e staccare il Crotone in terzultima posizione. La zona playout rimane a cinque punti, ma la salvezza non è ancora impossibile. Il Pordenone, al quinto ko consecutivo, perde forse l’ultimo treno per sperarci e rimane ultimo, con appena 12 punti.

PARMA – SPAL 4-0
Il Parma esce dalla crisi e rialza la testa, allontanandosi dalla zona retrocessione. I ducali sconfiggono la Spal con un secco 4-0, nella sfida tra due delle formazioni più deluse dal campionato. Tutto facile per gli uomini di Iachini, che sbloccano al 27’ su un’azione confusionaria. Sul cross di Man, Tutino stacca di testa e colpisce il palo, poi Simy svirgola la ribattuta e serve involontariamente lo stesso ex Verona, che da terra infila l’1-0. I ferraresi non reagiscono e Bernabé li punisce una seconda volta al 33’, con un mancino vincente dal limite dell’area. Buffon salva su Meccariello il tiro che avrebbe riaperto la partita, il preciso diagonale di Vazquez al 63’ e il tocco sotto di Benedyczak 5’ dopo chiudono del tutto i conti sul 4-0. Il Parma, che aveva fatto un solo punto nelle ultime tre partite, sale a 32, la Spal rimane a 27.

TERNANA – CREMONESE 1-2
La Cremonese sale in testa alla Serie B. i grigiorossi vincono con qualche in difficoltà sul campo della Ternana, trovando il 2-1 decisivo nel finale e, in attesa delle partita di Lecce e Pisa, vanno al comando della classifica. Dopo un primo tempo senza troppi sussulti, la partita si accende nella ripresa: Carnesecchi compie un miracolo su Proietti, Crescenzi si divora il vantaggio calciando addosso a Iannarilli. Al 60’ Baez si inventa un gol da maestro con un siluro di destro che entra nel sette, portando gli ospiti in vantaggio. La Ternana pareggia subito con il colpo di testa di Mazzocchi, in anticipo su Bianchetti sul cross di Proietti, ma fallisce l’occasione del sorpasso con il palo di Bogdan da due passi. La Cremonese non crolla e trova il gol vittoria all’80’ con Gaetano, perfetto nel girarsi a una ventina di metri nella porta e sparare un rasoterra all’angolino. Nel recupero Partipilo segna e fa esplodere di gioia i suoi, ma I il Var annulla per fuorigioco. l 2-1 esterno porta la Cremonese in vetta alla Serie B, a +1 sul Brescia e a +3 su Lecce e Pisa.

COSENZA – ALESSANDRIA 2-1
Il Cosenza si aggiudica la pesantissima sfida play out in casa contro l’Alessandria, rimontando 2-1 nel secondo tempo, e alimenta le speranze di rimanere nella serie cadetta. Gli ospiti passano in vantaggio poco prima della mezz’ora con Di Gennaro, bravo a inserirsi sul corner di Casarini e a incrociare all’angolino il colpo di testa dello 0-1. I calabresi faticano ma ribaltano l’incontro nella ripresa: al 61’ Camporese incorna perfettamente l’angolo di Florenzi e sigla l’1-1, seconda rete in quattro presenze con la nuova maglia. Nel finale Larrivey si procura e segna il rigore del sorpasso, che riporta al Cosenza una vittoria che mancava dal 27 ottobre. I calabresi agganciano proprio l’Alessandria a quota 23: ad oggi si sfiderebbero nel playout per rimanere in Serie B.

PERUGIA – BENEVENTO 0-1
Il Benevento si prende un pesantissimo successo a Perugia, battendo 1-0 gli uomini di Alvini, e rimane in piena corsa per la promozione diretta. Gli umbri partono meglio e si fanno vedere più volte dalle parti di Paleari, soprattutto con De Luca, senza fortuna. La partita cambia allo scadere del primo tempo: sul colpo di testa di Glik, Angella tocca di mano e Abbattista, dopo on field review, concede il rigore. Dal dischetto Forte spiazza Chichizola e porta avanti i campani. La reazione dei padroni di casa si ferma a pochi centimetri dal pari, quando il colpo di testa di De Luca sulla punizione di Lisi si stampa sulla traversa dopo il tocco decisivo di Paleari. Il Benevento difende l’1-0 fino alla fine, aiutato dall’espulsione a Kouan all’86’, e sale a 46, a tre punti dal primo posto. Il Perugia perde dopo cinque risultati utili consecutivi e resta ottavo.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti