Serie B, colpo Brescia a Cosenza

La capolista rimonta da 2-0 a 3-2, il Lecce batte il Foggia di misura, crolla il Pescara di Pillon

  • A
  • A
  • A

Il Brescia rimonta il Cosenza nella 28.a giornata di Serie B e vince 3-2 al 94' con il gol di Bisoli. Doppio vantaggio calabrese con Bruccini ed Embalo, nella ripresa Spalek e il rigore Donnarumma raddrizzano la situazione prima dell'euforia finale. Il Lecce si prende il derby con il Foggia 1-0, perde male il Pescara, travolto 4-1 dal Cittadella. Il Padova vince 2-0 contro lo Spezia e raggiunge il Crotone, lasciando ultimo il Carpi.

Cosenza-Brescia 2-3
Messaggio a tutto il campionato: non bastano 2 gol per battere questo Brescia, capace di rimontare nel secondo tempo a Cosenza e passare 3-2 al 94' con Bisoli. Primo tempo complicato per la capolista, sotto contro un ottimo Cosenza che prima segna con Bruccini al 19' da fuori, anche grazie a una deviazione decisiva di Romagnoli, poi raddoppia al 27' con il colpo di testa di Embalo, al primo gol del suo campionato. Nella ripresa però il Brescia aumenta la pressione e prima accorcia le distanze con il tocco da vicino di Spalek al 52', poi pareggia con un rigore del solito Donnarumma al 74', 23 gol in campionato per lui. Nel finale il Cosenza spreca il contropiede per tornare avanti e nel quarto minuto di recupero subisce il gol del sorpasso bresciano.

Lecce-Foggia 1-0
Il Lecce di Liverani vince il derby pugliese in casa contro il Foggia, sale a 44 punti in classifica e raggiunge al terzo posto il Pescara, ma soprattutto mantiene vive le proprie speranze di promozione diretta in Serie A. Come spesso succede in gare così sentite in campo si vede molto agonismo, ma anche tanta prudenza e poco spettacolo. Nella ripresa è il Lecce a trovare il gol, con il colpo di testa piazzato al 59' di La Mantia che esulta sotto la curva nord leccese. Foggia che non riesce a organizzare una reazione a chiude in 10: al 90' rosso diretto per Busellato per qualche parola di troppo al direttore di gara.

Cittadella-Pescara 4-1
Il risultato più rotondo del pomeriggio arriva dal Tombolato, dove il Cittadella passeggia senza difficoltà sul Pescara di Pillon, mai davvero in partita. Vantaggio dei padroni di casa al 20', pallone in area da calcio d'angolo, Fiorillo si salva una prima volta, ma il più veloce è Iori che mette dentro. Al 25' il Pescara ritrova subito la parità con il colpo di testa di Scognamiglio sulla punizione di Memushaj. La squadra di Pillon però non sembra essere in gran giornata e al 32' deve incassare il nuovo svantaggio perché di nuovo da calcio d'angolo Moncini si libera, forse con un fallo, e colpisce di testa, Fiorillo è incerto e il pallone è ancora in rete. Prima dell'intervallo arriva anche il tris del Cittadella, la difesa del Pescara guarda, il pallone arriva ancora a Moncini che rientra sul destro e la mette all'angolino. Nel finale di gara, all'83', arriva anche il quarto gol dei padroni di casa, con Proia che chiude la partita con un gran diagonale.

Spezia-Padova 0-2

Primo tempo vivace, con lo Spezia che inizia subito a mettere pressione su un Padova che impiega qualche minuto per entrare in ritmo partita. La squadra di Bisoli, però, è la prima a colpire al 16' con una meraviglia di Bonazzoli che parte da dietro il centrocampo, si accentra e libera il sinistro vicino al palo, imprendibile per Lamanna. Spezia che reagisce e cerca il pareggio, se Ravanelli non salvasse sulla linea al 34' la squadra di Marino andrebbe negli spogliatoi in situazione di nuovo equilibrio. A inizio ripresa si definiscono ancora meglio i ruoli in campo, lo Spezia attacca, il Padova riparte e al 56' lo fa benissimo: Mbakogu fugge e allunga il pallone per Baraye che mette in mezzo, Bonazzoli deve solo spingere in rete. Padova che si mette a difendere con ancora più convinzione il doppio vantaggio, lo Spezia cerca la fiammata giusta per rientrare in partita, ma Bartolomei è respinto in calcio d'angolo da un grande Minelli al 78', mentre dall'altra parte Lamanna tiene in partita lo Spezia chiudendo su Mbakogu lanciato a rete. Il Padova trova la quarta vittoria del proprio campionato e raggiunge il Crotone a 23 punti, lasciando da solo all'ultimo posto il Carpi.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments