SERIE B

Serie B: Frosinone e Salernitana non si fanno male, al Pordenone basta Diaw

Termina senza reti la sfida al vertice in casa dei ciociari, che recriminano con la sfortuna per una traversa di Rohden. Ai friulani è sufficiente un rigore nei primi minuti per battere l'Entella

  • A
  • A
  • A

L’atteso match della 13a giornata di Serie B tra Frosinone e Salernitana termina con il punteggio di 0-0. Il risultato rispecchia l’equilibrio dell’incontro, anche se i ciociari recriminano con la cattiva sorte per una traversa di Rohden al 56’. I campani agganciano in testa l’Empoli, impegnato sabato. Nell’altro anticipo il Pordenone vince 1-0 in casa dell’Entella: decide la rete segnata al 6’, su rigore, dall’ex di serata Davide Diaw.

FROSINONE-SALERNITANA 0-0
Un pareggio tutto sommato giusto, che però non soddisfa né l’una né l’altra contendente. È questa, in estrema sintesi, la sentenza finale della sfida tra la squadra di Alessandro Nesta e quella di Fabrizio Castori, che non riescono a superarsi nonostante un match giocato a viso aperto fin dalle prime battute. Dura poco infatti la fase di studio iniziale: Di Tacchio da una parte e Parzyszek dall’altra ci provano dalla distanza, poi il Frosinone inizia a prendere in mano il pallino del gioco e sfiora il gol con Rohden, che spreca al 12’ di testa da posizione ravvicinata a portiere praticamente battuto. La Salernitana è più attiva in contropiede e proprio da un’azione in velocità arriva, al 41’, un incrocio dei pali colpito da Djuric: l’azione è resa però vana dalla segnalazione di fuorigioco da parte dell’assistente dell’arbitro.

Nei primi minuti del secondo tempo arriva l’occasione più nitida dell’intera sfida del ‘Benito Stirpe’: Rohden si lancia a tutta velocità verso la porta palla al piede e conclude a rete anticipando l’uscita di Belec, ma il pallone calciato con il destro si stampa esattamente al centro della traversa. Passato il pericolo, i granata provano a scuotersi (nonostante l’infortunio di Djuric, costretto ad uscire dopo un contrasto con Curado) ma Bardi resta insuperabile. Il ritmo in generale, in ogni caso, si abbassa sempre più con il passare dei minuti e l’incontro scivola verso lo 0-0 finale. Un punteggio che permette alla Salernitana di agganciare per una notte l’Empoli in testa a quota 25 punti, tenendo il Frosinone ancora a una lunghezza di distanza. Una vittoria dell'una o dell'altra, però, avrebbe messo ancor più pressione ai toscani, impegnati sabato contro il Chievo.

VIRTUS ENTELLA-PORDENONE 0-1
Il Pordenone prova a riaccelerare dopo la sconfitta di Pisa e il pareggio interno con il Brescia, conquistando la vittoria ai danni di un’Entella sempre più in crisi, con la ‘cura Vivarini’ che non sta, evidentemente, funzionando. La rete decisiva arriva già al 6’ su rigore: decisamente contestata l’assegnazione del tiro dal dischetto, con l’arbitro Illuzzi che punisce una trattenuta in area di Paolucci ai danni di Scavone nonostante le vibranti proteste dei padroni di casa. Davide Diaw, ex di serata, non si fa tradire dall'emozione e trafigge Russo dagli undici metri. I padroni di casa provano a reagire, arrivando vicinissimi al pareggio al 36’, quando solo un grande intervento di Perisan impedisce al pallone colpito di testa da Chiosa di varcare la linea di porta. Nella ripresa, però, i liguri sembrano bloccati ed è il Pordenone a sfiorare il raddoppio con due limpide occasioni: al 66’ il contropiede di Ciurria sembra vincente, ma la palla leggermente deviata dal portiere dei liguri rotola verso il palo e viene bloccata in un secondo tempo. All’80’ è Magnino ad avvicinarsi al 2-0, ma Russo si produce in un grande intervento che evita il tracollo. Nonostante ciò i liguri non riescono a rendersi pericolosi e al triplice fischio devono fare i conti con la quinta sconfitta consecutiva, restando così all'ultimo posto. La squadra di Attilio Tesser, invece, sale a 17 punti e prova a rilanciare le proprie ambizioni.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments