Roma, Ranieri bacchetta la società: "Avrei confermato De Rossi"

Il tecnico giallorosso: "Due partite e me ne vado: hanno deciso a Boston e a Londra"

Volano gli stracci in casa Roma con Claudio Ranieri che ha bacchettato la società per il mancato rinnovo di De Rossi: "Io due partite e me ne vado, ma da allenatore avrei confermato Daniele. Non mi è stato chiesto nulla, hanno deciso a Londra e in America. Decide il presidente e chi gli sta più vicino, ovvero ch sta Inghilterra (chiaro riferimento a Baldini)". Poi ancora sull'addio al capitano: "Gli andava comunicato in altri termini".

Ieri l'incontro con i tifosi in cui Ranieri avrebbe chiamato "testa grigia" Franco Baldini e "quello di Boston" James Pallotta: "Non mi sembra di aver utilizzato queste parole. Sicuramente quando i tifosi hanno chiesto spiegazioni sulla fine del rapporto tra De Rossi e la Roma".

L'importanza di De Rossi all'interno dello spogliatoio: "Si parla sempre di leader, ce ne sono vari tipi: quelli da social, da giornali, ecc. Daniele è un allenatore in campo, è l'uomo con il quale puoi parlare e lui ragiona con una mentalità collettiva, non pensando al suo ritorno personale. Questo è quello che vuole ogni allenatore".​​​​

Sul ruolo di Baldini: "Nel mio lavoro quotidiano non incide. Non so che rapporti ha con il presidente, ma qua non incide. In generale non lo so, non conoscendo quello che fa".

Ora però c'è da pensare al Sassuolo: "L'aspetto fisico della squadra è buono. Zaniolo aveva il solito problema al polpaccio, oggi farà un lavoro differenziato. Per quanto riguarda Pellegrini, non è un problema grave, credo di poterlo avere a disposizione per sabato".

TAGS:
Roma
Ranieri
Trigoria

Invia un commento

Per poter inviare, rispondere o votare un commento, occorre essere registrati ed effettuare il login

Registrazione Login X

Invia commento

Ciao

Esci Disclaimer

I vostri messaggi

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che: 

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali

X