FUTURO AZZURRO

Italia-Mancini, spiragli per continuare insieme dopo lo shock

Il ct azzurro sta pensando se proseguire o meno ma diversi indizi portano a pensare che non mollerà. Primo confronto con Gravina

  • A
  • A
  • A

"Prendiamo tempo per riflettere e lavoriamo per il futuro", il messaggio lanciato dal ct dell'Italia Roberto Mancini sui social due giorni dopo il disastro di Palermo contro la Macedonia e la clamorosa esclusione dai Mondiali in Qatar 2022. Un passo in avanti all'insegna della continuità rispetto a quel "Vediamo" pronunciato a caldo, nel pieno della delusione. Gli spiragli per vedere ancora Mancini sulla panchina azzurra ci sono: diversi gli indizi che portano a pensare che il ct voglia proseguire il suo lavoro, culminato con il trionfo agli Europei, andando al di là dello shock di un'Italia ancora spettatrice in un Campionato del mondo.

© Getty Images

Il discorso alla squadra in campo il giorno dopo la disfatta e la voglia di riportare tutto subito alla 'normalità' per ripartire azzerando la grandissima delusione nell'ambiente. E isolare il gruppo da tutto e tutti a Coverciano per ritrovarsi. Poi appunto le parole rilasciate ai social: "Lavoriamo per il futuro". Mancini ha avuto un primo confronto con il presidente della Figc Gabriele Gravina, suo primo sostenitore. Altri ce ne saranno nei prossimi giorni. Perché il ct ha ancora bisogno di pensare e decidere se allontanare definitivamente le voci di Fabio Cannavaro come sue successore e quelle di un suo futuro in Premier League alla guida del Newcastle.

Vedi anche L'apertura di Mancini: "Prendiamo tempo per riflettere e lavoriamo per il futuro" nazionale L'apertura di Mancini: "Prendiamo tempo per riflettere e lavoriamo per il futuro"
Intanto c'è un impegno immediato da onorare, quello di martedì in Turchia tra le sconfitte ai playoff Mondiali. Rimane da capire se alla guida dell'Italia, da mercoledì prossimo, ci sarà ancora Mancini. Anche i rumors che provengono da Coverciano portano a pensare che potrebbe non esserci nessun cambiamento sulla panchina azzurra. Dopo la gara di Konya, gli azzurri torneranno in campo l'1 giugno a Wembley contro l'Argentina per il trofeo in palio tra i campioni d'Europa e quelli del Sudamerica, mentre una settimana dopo comincerà la Nations League: il 4 giugno a Bologna contro la Germania, il 7 giugno a Cesena Italia-Ungheria, 11 giugno (luogo da definire) Inghilterra-Italia, 14 giugno Germania-Italia. Con o senza Mancini? La risposta nei prossimi giorni.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti