AUSTRIA-ITALIA 2-0

Amichevoli, Austria-Italia 2-0: gli Azzurri chiudono il 2022 con una sconfitta

Decidono le reti di Schlager e Alaba in un primo tempo da dimenticare per i ragazzi di Mancini, che si ritroveranno a marzo per le gare di qualificazione a Euro 2024

di
  • A
  • A
  • A

L'Italia cade 2-0 a Vienna contro l'Austria nell'ultima amichevole dell'anno e saluta con una sconfitta un 2022 tutt'altro che esaltante. Il match si decide in un primo tempo davvero da dimenticare per i ragazzi di Mancini, che subiscono a lungo il gioco avversario e vengono puniti dalle reti di Schlager (6') e Alaba (35'). Un po' meglio nella ripresa, pur senza acuti particolari. Gli Azzurri ora assisteranno ai Mondiali da spettatori, poi torneranno in campo a marzo per le prime gare di qualificazione a Euro 2024.

LA PARTITA

I padroni di casa mordono la sfida proponendo un pressing molto aggressivo e proprio da un recupero palla nasce l'azione del vantaggio: molto ingenuo Verratti, bravo Schlager a soffiargli palla, buttarsi in area e farsi servire da Arnautovic l'assist per l'1-0. Passano 2' e i ragazzi di Rangnick vanno a un passo dal raddoppio con un'azione molto simile, ma la conclusione di Seiwald è deviata da Bonucci quanto basta per salvare Donnarumma. Gli Azzurri sembrano un po' in bambola, perdono molti palloni e faticano a imbastire azioni offensive. Alla mezzora è il palo a salvarli,dopo un mezzo pasticcio di Acerbi che aveva spalancato la porta ad Adamu. È solo questione di tempo però, perché al 35' ci pensa Alaba a pescare il jolly del 2-0: la punizione del difensore è potente, ma centrale, l'intervento di Donnarumma a dir poco rivedibile. Il portiere del Psg si rifà in parte al 38' su una conclusione dalla distanza di Sabitzer, ultimo sussulto di un primo tempo davvero a senso unico.

A inizio ripresa dentro Chiesa, Zaniolo, Scalvini e Pessina, ma la musica non cambia e dopo appena 2' Arnautovic va vicinissimo al 3-0, trovando la respinta di un attento Donnarumma. Un altro giro d'orologio e questa volta è Posch a impegnare il portiere del Psg, davvero strepitoso a chiudere la porta al giocatore del Bologna. Se a livello difensivo la squadra di Mancini continua a traballare, a livello offensivo comincia a crescere, grazie soprattutto all'imprevedibilità di Chiesa e Zaniolo. La prima vera chance per gli Azzurri arriva però al 70' ed è targata Raspadori, che trova la super risposta di Lindner. A 10' dalla fine Chiesa spara alto una sorta di rigore in movimento su assist di Zaniolo, poi la partita si spegne. Al 90' c'è tempo per l'ingresso di Fabio Miretti: 55esimo debuttante dell'era Mancini.

LE PAGELLE

Schlager 7 - Insieme a Seiwald prende subito in mano il centrocampo e alla fine risulta tra i migliori in assoluto : sblocca subito il match e non smette di correre fino al triplice fischio.
Arnautovic 7 - Qualità, aggressività, corsa, l'assist per l'1-0 e anche il lusso di qualche giocata di classe. Una serata da trascinatore.

Donnarumma 5,5 - La mancata risposta alla punizione centrale di Alaba lascia più di qualche perplessità. Si riscatta parzialmente con un paio di grandi interventi, in una serata davvero complicata per tutta la retroguardia azzurra.
Grifo 5 - Sembrava poter arrivare carico alla sfida dopo la doppietta all'Albania, invece non si vede quasi mai, disperso in un primo tempo in cui tutta la squadra non gira.
Chiesa 5,5 - Entra in campo con tanta voglia, ma anche troppa foga. Qualche bella giocata, mischiata a un certo nervosismo. Si divora una grande chance a 10' dalla fine.
Zaniolo 6 - Uno dei pochi a salvarsi in una brutta partita. Entra con il piglio giusto creando qualche grattacapo a una difesa austriaca fin lì mai in apprensione, serve un paio di palle interessanti ai compagni, ma non basta a cambiare l'inerzia del match.

IL TABELLINO

Austria-Italia 2-0
Austria (4-2-3-1): Lindner 6,5; Posch 6,5, Lienhart 6,5, Alaba 7, Woeber 6 (27' st Mwene 6); Seiwald 6,5, Schlager 7; Baumgartner 6 (36' st Grillitsch 6), Sabitzer 6,5, Adamu 6,5 (36' st Schmid 6); Arnautovic 7 (27' st Gregoritsch 6).
Ct: Rangnick 7
Italia (3-4-3): Donnarumma 5,5; Gatti 5 (1' st Pessina 5,5), Bonucci 5,5, Acerbi 5,5; Di Lorenzo 5 (1' st Scalvini 6), Barella 5,5 (45' st Miretti sv), Verratti 5, Dimarco 6; Politano 5 (1' st Chiesa 5,5), Raspadori 5,5 (27' st Gnonto 6), Grifo 5 (1' st Zaniolo 6).
Ct: Mancini 5
Arbitro: Dingert
Marcatori: 6' Schlager (A)
Ammoniti: Seiwald (A), Chiesa (I), Posch (A)
Espulsi:

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti