VERSO MILAN-D. ZAGABRIA

Verso Milan-Dinamo Zagabria, Pioli: "Sfida importante, vogliamo il primato"

Il tecnico rossonero: "Non userò la difesa a tre, ma tutti dobbiamo giocare al massimo livello".

  • A
  • A
  • A

Il Milan è in emergenza attacco, ma contro la Dinamo Zagabria per la seconda giornata di Champions League i tre punti sono fondamentali. Lo sa Stefano Pioli che sta studiando soluzioni tattiche: "Per vincere questa sfida dobbiamo dare il meglio a tutti i livelli, altrimenti faremo fatica. Vogliamo il primato, ma la gara sarà difficile". Sulla difesa a tre: "Non la schiero dall'inizio contro la Dinamo. De Ketelaere è una soluzione anche come centravanti".

LE PAROLE IN CONFERENZA DI PIOLI

E' arrivato il momento di fare risultato in Champions League?
Sempre così. Se giochiamo ad alto livello abbiamo ottime possibilità di vincere in Italia e in Europa, dobbiamo giocare al massimo delle nostre potenzialità su tutti i livelli della partita, tecnico, tattico, mentale e di approccio.

State facendo dei ragionamenti sulle rotazioni?
Per me in ogni partita ho messo il Milan migliore per vincere la partita. La squadra sta bene, so il minutaggio dei miei giocatori e ci manca qualche calciatore fuori lista. Contro la Dinamo è importante e la giocheremo al meglio per vincere.

Punterete anche a giocare bene per farvi vedere in Europa?
La nostra ambizione è dare il massimo in ogni singola partita. Contro la Dinamo non è decisiva, ma è molto importante dopo la prima giornata. Lo sappiamo e l'abbiamo preparata come tale.

Origi anche a Liverpool giocava poco: siete preoccupati o stupiti?
Siamo dispiaciuti perché è forte e lo abbiamo voluto fortemente. Può succedere e mi auguro che dopo la sosta sia disponibile.

C'è un problema con il Var in Italia in questo momento?
Quello che è successo è spiazzante, è difficile dare risposte. Penso sia facile puntare il dito, ma bisogna puntare ad avere situazioni più equilibrate e con decisioni migliori alla fine.

Leao deve consacrarsi in Europa e la Dinamo è una occasione?
Si può sempre fare meglio e noi pretendiamo molto da giocatori ambiziosi. Penso che Leao che stia giocando a un livello altissimo e debba continuare così, è un punto di riferimento per il nostro attacco. Contro la Dinamo dovrà fare le scelte giuste e avrà difficoltà diverse rispetto alla gara di Genoa.

De Ketelaere è il candidato a far rifiatare Giroud?
Olivier è contento di giocare sempre. De Ketelaere può farlo, con caratteristiche diverse ma può farlo. Lo ha già fatto in Champions e se ci fosse bisogno credo che possa essere una buona soluzione.

Il capitolo attaccanti andrà riaperto sul mercato a gennaio?
Da qui a gennaio può accadere di tutto. Non è una priorità al momento, ma certamente due assenze nello stesso reparto portano problemi, ma ho tanti altri giocatori per occupare la posizione oppure cambiare il modo di giocare. Mancano due partite alla sosta e dobbiamo dare il meglio in due partite difficili e stimolanti, a San Siro.

Può essere già decisiva contro la Dinamo?
E' molto importante, ma non può essere decisiva perché l'anno scorso abbiamo avuto la possibilità di passare il turno pur vincendo solo alla penultima. Battere la Dinamo è una occasione, ma sarà una gara difficile perché contro il Chelsea ha vinto meritatamente difendendo bene e ripartendo con ferocia.

Cosa bisogna temere della Dinamo Zagabria?
In campionato sono abituati a dominare e segnare molto. Contro il Chelsea hanno giocato in maniera diversa, aspettando i Blues e ripartendo ma con le caratteristiche di una squadra difficile da superare e affrontare.

Ha tempo e modo di provare la difesa a tre e utilizzarla?
Non contro la Dinamo a inizio partita. Per domenica tutto è possibile, ho qualche giorno per preparare la gara col Napoli e valuteremo.

Dest può giocare titolare?
Sì, è pronto per giocare contro la Dinamo contro tutti. Dovrò fare delle scelte sia per i titolari che per i cambi in corso.

--

LE PAROLE DI SAELEMAEKERS

Che emozione ti danno i gol importanti in Europa?
Segnare in Champions è un sogno che tutti hanno da bambini, quando succede dà una gioia importante. Ora dobbiamo giocare di squadra nelle prossime partite e vincerle, conta solo quello.

L'alternanza con Messias vi stimola?
Certo, è importante avere qualcuno di grande livello che ti contende il posto. Mi stimola per provare a dare tutto per essere titolare. Le scelte le fa il mister, ma nelle grandi squadre la concorrenza è normale.

Già decisiva contro la Dinamo?
Sì, ma ogni partita è importante. Non stiamo a guardare cosa ha fatto la Dinamo nelle altre partite, noi pensiamo a fare al meglio quello che sappiamo fare.

Contro la Dinamo serve qualità e tenacia?
Abbiamo la mentalità di gruppo, sul campo siamo una famiglia. Diamo sempre tutto e proviamo ad applicare in campo le direttive del mister.

Quali sono i tuoi obiettivi?
La cosa più importante è giocare con la giusta mentalità e aiutare la squadra. Io provo a dare tutto in allenamento e giocare al massimo in ogni partita per aiutare il Milan a vincere.

Nel pari contro il Salisburgo ha influito la tensione post derby?
Noi siamo sempre sereni, che si vinca o che si perda. Noi dobbiamo giocare al nostro livello e con le nostre caratteristiche, perché se lo facciamo siamo una squadra forte e possiamo vincere le prossime partite. Non guardiamo mai indietro.

Puoi giocare anche a sinistra in campo?
Non scelgo io, io devo rispettare le scelte del mister. Sono un giocatore e in quanto tale l'unica cosa che vorrei è giocare, non mi importa dove perché darei sempre tutto.

Come si passa da terzino ad esterno destro? Sei già al massimo?
Io provo a fare il massimo in campo. Devo migliorare nel numero di gol e assist, ma sto lavorando per quello.

Come giudichi l'inserimento di De Ketelaere?
Lo vedo molto bene inserito, è tranquillo e sereno oltre che sicuro delle proprie capacità. L'ho aiutato nelle cose fuori dal campo perché è tutto nuovo in una città diversa. In campo sa cosa fare, so che è un grande giocatore e ci aiuterà in questa stagione.

Com'è nata la scuola calcio belga?
Per me è una gioia giocare in nazionale. Stiamo facendo bene anche a quel livello e per me è una esperienza in più giocare in un grande club e in una nazionale forte.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti