Magia Balo, Milan ok col brivido

I rossoneri chiudono sul 3-0 la prima frazione (SuperMario, Bonaventura e Zapata), ma nel secondo rischiano la clamorosa rimonta. Ai friulani non bastano Badu e Zapata

di
  • A
  • A
  • A

Nell'anticipo della 5a giornata di Serie A, il Milan batte 3-2 al Friuli l'Udinese e sale a 9 punti in classifica. Primo tempo perfetto dei rossoneri, che vanno al riposo sul 3-0. Al 5' apre Balotelli, alla prima da titolare, su punizione, al 10' raddoppia Bonaventura e nel recupero arriva anche la zuccata dell'ex Zapata. Nella ripresa Colantuono mette dentro Duvan Zapata che gira il match con l'assist a Badu (6') e il gol del 2-3 (13').

L'Udinese, dopo l'exploit alla prima giornata contro la Juventus, ha raccolto solo delusioni, collezionando tre sconfitte di fila. Colantuono si affida alla coppia Di Natale-Thereau, Widmer va ancora in panchina mentre in difesa Colantuono preferisce Domizzi all'acciaccato Danilo per guidare la difesa. A centrocampo c'è Bruno Fernandes per lo squalificato Kone. Mihajlovic cerca la seconda vittoria di fila e rispetto al match con il Palermo nell'11 iniziale ci sono tre volti nuovi, uno per reparto: Calabria, subentrato all'infortunato Abate contro i rosanero, a centrocampo torna De Jong, mentre in attacco prima da titolare per Balotelli. L'impiego di SuperMario, che manda in panchina Luiz Adriano, è stato deciso proprio all'ultimo, per via di un problema alla gamba: solo dopo il riscaldamento pre-partita l'ex Liverpool ha sciolto ogni riserva.

Il Milan parte fortissimo ed è proprio SuperMario a mettere la gara in discesa dopo soli 5': splendida la sua punizione che si infila nell'angolino dove Karnezis non può arrivare. L'attaccante torna al gol con la maglia del Milan dopo 521 giorni (19 aprile 2014, Milan-Livorno 3-0)e sul suo volto si rivede quel sorriso che aveva perso a Liverpool. Il gol del Milan è una mazzata per l'Udinese, che si disunisce e prende il secondo gol al 10': Bonaventura si incunea nella difesa di burro friulana su assist millimetrico di Montolivo, stoppa di petto e batte Karnezis. L'Udinese non ha ritmo, Di Natale e Thereau sono lasciati troppo soli là davanti e manca un uomo in grado di dare ordine a centrocampo. Se poi ci aggiungi una fase difensiva che fa acqua da tutte le parti, capisce perché la squadra di Colantuono è in crisi profonda. L'unico attimo di paura per Mihajlovic arriva da Balotelli che, già ammonito, al 32' abbraccia poco teneramente Fernandes: Doveri non estrae un secondo giallo che ci stava, compensando un primo cartellino troppo generoso. A dire il vero non è nemmeno troppo fortunata, visto che in pieno recupero prende pure il gol del 3-0 dell'ex Zapata che salta in beata solitudine e batte ancora Karnezis. Un Milan perfetto va al riposo tra gli applausi dei tifosi accorsi fino a Udine.

Nella ripresa Colantuono gioca il tutto per tutto: dentro Duvan Zapata e fuori Piris. L'ex Napoli cambia la faccia al match: al 6' serve l'assist a Badu che ridà speranza ai bianconeri e al 13' trova il gol del 2-3 che riapre il match. Il bel Milan visto nel primo tempo rimane negli spogliatoi e l'Udinese mette in campo anima e cuore. Diego Lopez, spettatore nel primo tempo, è pronto e reattivo prima sullo scatenato Zapata e poi, in pieno recupero, quando dice no al tiro dalla distanza di Fernandes. Il finale è convulso, con lo stesso portoghese che si fa cacciare per proteste. Il Milan sale a quota 9 e mette nel mirino l'Inter, ma Mihajlovic deve correggere il black-out che ha colpito la squadra nella ripresa. Balotelli è tornato decisivo, ma è ancora piuttosto avulso dal gioco e la sua intesa con Bacca è tutta da perfezionare. L'Udinese rimedia il quarto ko di fila e deve rammaricarsi per un primo tempo orrendo. La panchina di Colantuono è sempre più in bilico.

D. Zapata 7,5 - Il suo ingresso manda in crisi la retroguardia del Milan. Meritava di giocare dal primo minuto
Badu 6,5 - Fa legna in mezzo al campo e ha il merito di riaprire il match
Domizzi 5 - Fa rimpiangere (e non poco Danilo). Primo tempo da incubo, poi migliora

Balotelli 7 - Una magia su punizione che apre la partita. Prende il solito giallo, ma fa anche ammonire 4 friulani
Calabria 7 - Che personalità questo ragazzino. Esce lui e il Milan soffre sulla destra
Honda 5 - Là davanti è il meno ispirato. Si nota solo quando Poli prende il suo posto

UDINESE-MILAN 2-3
Udinese (3-5-2): Karnezis 6; Wague 6, Domizzi 5, Piris 5 (1' st D. Zapata 7,5); Edenilson 6,5, Badu 6,5, Iturra 6 (39' st Marquinho sv), Fernandes 5, Adnan 5 (28' st Pasquale 6); Di Natale 5,5, Thereau 6. A disp.: Meret, Romo, Camigliano, Heurtaux, Insua, Felipe, Danilo, Widmer, Perica, Aguirre. All.: Colantuono
Milan (4-3-1-2): Diego Lopez 6,5; Calabria 7 (4' st Alex 5,5), C. Zapata 6,5, Romagnoli 6, De Sciglio 5,5; De Jong 6, Montolivo 6, Bonaventura 6,5; Honda 5 (19' st Poli 6); Balotelli 7, Bacca 5,5 (35' st L. Adriano sv). A disp.: Abbiati, Donnarumma, Rodrigo Ely, Mauri, Nocerino, Suso, Cerci. All.: Mihajlovic
Arbitro: Doveri
Marcatori: 5' pt Balotelli, 10' pt Bonaventura, 46' pt C. Zapata, 6' st Badu (U), 13' st D. Zapata
Ammoniti: Balotelli, Calabria, C. Zapata (M), Piris, Iturra, Wague, Fernandes, Marquinho (U)
Espulsi: 47' st Fernandes per doppia ammonizione

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments