GENOA-MILAN 1-2

Serie A, Genoa-Milan 1-2: Kessie e Reina salvano Giampaolo

I rossoneri ribaltano il vantaggio di Schone con Hernandez e l'ivoriano su rigore. Nel recupero Reina para un rigore allo stesso Schone

di
  • A
  • A
  • A

Vince il Milan che nell'anticipo della 7.a giornata di Serie A batte 1-2 in rimonta il Genoa, mettendo fine a una serie di tre sconfitte consecutive. Rossoneri sotto nel primo tempo per una papera di Reina su calcio di punizione di Schone al 41'. Reazione nella ripresa con gli ingressi di Paquetà e Leao; il brasiliano manda in porta Hernandez per l'1-1 e il portoghese guadagna il rigore segnato da Kessie. Al 93' Reina para un rigore a Schone.

--

LA PARTITA

Croce e delizia. Un modo di dire che calza a pennello sulla partita del Ferraris tra Genoa e Milan. Una sfida strana, infinita e dalle molteplici facce di una stessa medaglia mai nemmeno troppo chiara nel suo viaggio di quasi 100 minuti. Vince il Milan 2-1, lo fa in rimonta e con un lampo di qualche minuto a inizio ripresa; la perde il Genoa, in controllo totale per tutto il primo tempo e autolesionista a inizio ripresa con due ingenuità pagate a caro prezzo. Croce e delizia a tempi invertiti, come la storia Reina-Schone tutta a favore del centrocampista nel primo tempo e clamorosamente - e in maniera decisiva - per il rossonero nel recupero. Se Andreazzoli rischia ancora di più il proprio posto, Giampaolo non può stare tranquillo: fino al fischio finale il suo posto sull'autobus di ritorno a Milano non era così sicuro.

Sul campo è successo tutto e il contrario di tutto con una partita che ha messo in mostra chiaramente tutti i limiti, più che i pregi, delle due squadre. Nel primo tempo il Genoa senza strafare ha tenuto in mano il comando del gioco, aggredendo il centrocampo di Giampaolo e giocando in profondità con gli esterni e Kouamé. Al resto ha pensato la difesa alta di Giampaolo, spesso infilata e salvata da Reina prima su Lerager e poi su Ghiglione. Il Milan lento, impacciato, senza possesso palla e confusionario è stato messo all'angolo ed è caduto al 41' con una punizione velenosa di Schone lasciata passare da Reina con la più classica delle papere.

Nella ripresa Giampaolo ha mandato subito in campo Paquetà e Rafael Leao: tecnica unita a velocità e voglia di riscatto e l'audacia, se così si può chiamare, è stata ripagata con sei minuti di fuoco. Tanto è passato dal pareggio di Hernandez, lanciato furbescamente dal brasiliano con una punizione battuta rapidamente che ha trovato impreparata la retroguardia di Andreazzoli, al rigore causato da Biraschi (espulso) con un tocco di mano su Leao in area, e trasformato da Kessie.

Una fiammata da tre punti, da boccata d'ossigeno per Giampaolo ma senza sollievo. Con l'uomo in più per venti minuti, fino all'espulsione ingenua di Calabria (la seconda in campionato), i rossoneri hanno sfiorato il gol solo in un'altra occasione con Rafael Leao, scoprendosi invece alle incursioni di Kouamé e Favilli sugli esterni fino al finale da film Western. In pieno recupero Reina atterra Kouamé fallosamente per l'arbitro, ma è nel recupero che la vendetta del portiere spagnolo su Schone si compie nel più crudele dei duelli: parata, tre punti e sì, sospiro di sollievo rossonero.

--

LE PAGELLE

Paquetà 7 - Il suo ingresso cambia la partita del Milan dando velocità e imprevedibilità alla manovra offensiva. Con una furbata geniale manda in porta Hernandez, poi entra anche nell'azione del rigore.

Leao 6,5 - Rivitalizza l'attacco unendo qualità ai movimenti. Si procura il rigore e l'espulsione di Biraschi con una giocata tecnica in area, poi si piace troppo e non trova la gioia personale davanti a Radu.

Hernandez 6,5 - Chiede e capitalizza la furbata di Paquetà trovando il primo gol in Serie A con una bella incursione sulla sinistra. Disordinato nel primo tempo, ma attivo.

Reina 6 - Errore gravissimo in occasione del gol subito. Una papera inspiegabile per un portiere della sua esperienza, arrivata nel momento più complicato del Milan. Si riscatta al 93' parando il rigore di Schone.

Piatek 5 - Impalpabile. Le colpe però vanno divise con il resto dei compagni: lui ci mette del suo sbagliando praticamente ogni stop, ma viene servito sempre poco e male.

Schone 6 - Su punizione è praticamente un cecchino e il suo esterno tagliato sorprende Reina, In mezzo al campo detta i tempi con semplicità ed efficacia, soprattutto nel primo tempo. Nel finale si fa ipnotizzare dal dischetto da Reina e vanifica tutto.

Radu 5 - Non impegnato nel primo tempo, si è fatto bucare ingenuamente da Hernandez sul suo palo a inizio ripresa. Quella rete ha ridato coraggio a un Milan all'angolo.

--
IL TABELLINO

GENOA-MILAN 1-2
Genoa (3-5-2)
: Radu 5; Romero 6, Zapata 6, Criscito sv (11' Biraschi 5); Ghiglione 6, Lerager 6 (43' st Pandev sv), Schone 6, Radovanovic 5,5, Pajac 5,5; Kouamé 5,5, Pinamonti 5 (28' st Favilli 6). A disp.: Jandrei, Marchetti, Goldaniga, El Yamiq, Biraschi, Ankersen, Jagiello, Cassata, Saponara, Sanabria. All.: Andreazzoli 6.
Milan (4-3-2-1): Reina 6; Calabria 4,5, Duarte 6, Romagnoli 6, Hernandez 6,5; Kessie 6, Biglia 5, Calhanoglu 4,5 (1' st Paquetà 7); Suso 5, Bonaventura 6 (35' st Conti sv); Piatek 5 (1' st Leao 6,5). A disp.: A. Donnarumma, Gabbia, Rodriguez, Krunic, Bennacer, Castillejo, Borini, Rebic, All.: Giampaolo 5,5
Arbitro: Mariani
Marcatori: 41' Schone (G), 6' st Hernandez (M), 12' st rig. Kessie (M)
Ammoniti: Zapata, Lerager, Schone, Romero (G); Calabria, Biglia, Paquetà (M)
Espulsi: 47' Saponara (G) dalla panchina per proteste; 11' st Biraschi (G) per aver interrotto una chiara azione da gol.; 34' st Calabria (M) per somma di ammonizioni; 49' st Castillejo (M) dalla panchina per proteste.
Note: al 48' st Reina (M) para un rigore a Schone (G)

--

LE STATISTICHE

•    Il Milan non vinceva un match di Serie A da situazione di svantaggio da febbraio contro l’Atalanta.
•    Franck Kessié ha realizzato 9 dei 10 rigori calciati in Serie A, inclusi tutti gli ultimi quattro.
•    Quattro degli ultimi sei gol di Kessie in Serie A sono arrivati sul calcio di rigore.
•    Theo Hernandez non trovava il gol in campionato dal match di Liga di novembre 2018 Real Sociedad-Levante.
•    Davide Calabria é l'unico giocatore dei top-5 campionati europei 2019/20 ad aver collezionato giá 2 cartellini rossi.
•    Il Milan è la squadra che ha ricevuto piú espulsioni nei top-5 campionati europei 2019/20 (5).
•    Reina ha parato 2 degli ultimi 6 rigori in Serie A: l'ultimo prima di oggi in Napoli-Bologna del febbraio 2017.).
•    Questo é il primo match dei top-5 2019/20 con almeno 4 espulsioni: Saponara, Biraschi, Castillejo e Calabria.
•    Il Milan ha subito gol per quattro partite di fila in Serie A: ai rossoneri non accadeva da aprile.
•    L'ultimo giocatore prima di Schone a segnare su punizione diretta per il Genoa in Serie A era stato Miguel Veloso ad aprile 2018.
•    Questo é il 14esimo gol su punizione diretta di Schone in campionato dal 2009/10 ad oggi: considerando i top-5 campionati europei e l'Eredivisie, solo Messi, Ronaldo e Pjanic hanno segnato piú di lui in questo modo.
•    Primo gol di Lasse Schone in Serie A, con il suo nono tiro in campionato.
•    Le due squadre di Genova (Genoa e Samp) non totalizzavano cosí pochi punti complessivi nelle prime sette giornate dal 2013/14 (otto sommati anche in quel caso).

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments