MILAN

Milan, Pioli: "Apprezzo gli applausi e capisco i fischi, oggi soddisfatto della prestazione"

Il tecnico rossonero dopo il debutto stagionale in Champions League: "Abbiamo fatto meglio del Newcastle sotto ogni punto di vista, peccato per le occasioni sprecate"

  • A
  • A
  • A

Stefano Pioli ritrova un mezzo sorriso nonostante lo 0-0 contro il Newcastle nella prima sfida del girone di Champions League: "Sono molto soddisfatto della prestazione - ha detto il tecnico del Milan a Sky -. Abbiamo comandato il gioco e fatto una buona fase difensiva, siamo stati pericolosi, ma non abbiamo finalizzato quelle occasioni che potevano sbloccarla. Abbiamo giocato contro un avversario forte, ma abbiamo fatto meglio di loro sotto tutti i punti di vista. Siamo stati anche più intensi, oltre che molto più qualitativi. Peccato non aver finalizzato, sarebbe stato importante cominciare bene questo girone. Comunque dobbiamo continuare così, senza cali di determinazione. Il tacco di Leao? Pensavo spaccasse la porta... Ce ne sono state tante di occasioni comunque, dispiace perché l'energia della squadra e dei tifosi meritavano una vittoria. Usciamo da San Siro a testa alta, consapevoli di poter fare meglio. Gli applausi per me? Io apprezzo gli applausi, così come capisco i fischi. L'incitamento del pubblico è stato unico, ci hanno spinto fino alla fine. Purtroppo non è arrivato quello che tutti volevamo".

Il tecnico ha poi spiegato come ha vissuto la domenica post-derby: "Non ho mai avuto paura che la squadra non rispondesse. Chiaramente domenica è stata una giornata difficilissima, non è stato semplice parlare alla squadra. L'ho fatto più coi singoli che col gruppo. Poi da lunedì ho rivisto le cose che volevo vedere prima della Champions".

Infine un commento su Musah, entrato con una bella energia nel finale: "Ha delle bellissime caratteristiche. Va un pochettino inquadrato tatticamente perché a volte tende ad andare in giro per il campo. Ho scelto Pobega perché è un po' più preciso e ci dava qualcosa in termini di centimetri contro una squadra molto fisica, ma Yunus ci darà tanto. Presto arriverà anche il suo turno".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti