INFERMERIA PIENA

Milan, ko anche Kjaer Calabria e Saelemaekers: emergenza totale col Chelsea

Nella trasferta di Empoli Pioli perde altre tre pedine importanti, formazione da inventare per la gara di Londra

  • A
  • A
  • A

Piove sul bagnato in casa Milan e l’infermeria continua a riempirsi sempre più. Nel primo tempo della gara di Empoli, la prima di un tour de force che porterà i rossoneri a giocare 12 partite in 43 giorni, Stefano Pioli ha perso per infortunio anche Alexis Saelemaekers, che ha chiesto il cambio al 33’ per un problema al ginocchio sinistro (lesione parziale del legamento collaterale mediale), e Davide Calabria, che 6 minuti dopo ha lasciato il campo in barella, con le mani sul volto, gli occhi lucidi e una vistosissima borsa del ghiaccio nella parte posteriore della coscia destra per un problema al flessore che sembra molto serio. Fuori per infortunio anche Simon Kjaer, un triplo ko che allunga ancora la lista degli indisponibili per la delicata trasferta di Champions League sul campo del Chelsea in programma mercoledì (e non solo).

L’ultimo a dare forfait in ordine di tempo era stato Junior Messias, fermatosi alla vigilia della gara del Castellani per un guaio muscolare, prima di lui gli infortuni con la Francia di Mike Maignan e Theo Hernandez, che erano andati ad aggiungersi ai lungodegenti Origi, Florenzi e Ibrahimovic.

Difesa dunque totalmente da inventare contro gli inglesi per il tecnico rossonero, che non potrà contare sui terzini titolari e probabilmente schiererà dal 1’ l’inedita coppia formata da Ballo-Touré e Dest (anche Kalulu può fare il terzino, ma è difficile che Kjaer giochi 3 partite di fila da titolare perché anche lui ha accusato un problema muscolare che l'ha costretto a chiedere il cambio a 20' dalla fine).

Grossi problemi anche per l’out di destra della trequarti, dove mancano i due titolari e anche la possibile riserva (Florenzi). A Empoli Pioli ha inserito Krunic a sinistra spostando Leao, ma per Londra dovrebbe avere a disposizione anche Rebic e Brahim Diaz e potrebbe dirottare a destra CDK con lo spagnolo sottopunta.

Davanti con ogni probabilità ci sarà ancora Giroud (ex del match), sempre più spremuto in questo inizio di stagione. C’è infatti qualche speranza nel recupero di Origi, ma difficilmente comunque comincerà dal 1’.  

Vedi anche Milan, Pioli: “È la vittoria del gruppo" Milan Milan, Pioli: “È la vittoria del gruppo"

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti