QUI MILAN

Milan, Pioli: “È la vittoria del gruppo"

Il tecnico rossonero dopo il successo di Empoli: "Gli infortuni capitano, ma ho la fortuna di avere un gruppo dove tutti sono dentro al 100%"

  • A
  • A
  • A

Il Milan passa a Empoli con un finale pazzesco nonostante gli infortuni e a fine partita Stefano Pioli esulta consapevole dell'importanza della vittoria del Castellani: “È la vittoria del gruppo, del Milan. Siamo un gruppo coeso, voglioso di crescere e aiutarci a vicenda. È stata una partita intensa, avevamo preso il pareggio e poi l’abbiamo ripresa. Sicuramente è una vittoria che ci dà fiducia”, ha detto il tecnico rossonero, che passerà i prossimi giorni a pensare alla formazione per le gare con Chelsea e Juve: "Gli infortuni capitano nel corso della stagione, ma ho la fortuna di avere un gruppo dove tutti sono dentro al 100‰".

"Era importante vincere dopo la sconfitta contro il Napoli, sentivamo l’importanza di questa gara anche perché affrontavamo un Empoli messo bene in campo - ha aggiunto Pioli, che poi è passato alle note meno liete della serata - Gli infortuni sono da valutare, quello di Calabria credo che sia abbastanza serio, gli altri vedremo. Comunque con questo spirito saremo pronti anche per le prossime partite”.

"Oggi ho visto il Chelsea e ci sarà da faticare”, ha continuato il tecnico, che non guarda la classifica ma si gode il cuore dei suoi ragazzi: "Il nostro è un percorso lungo, tra poco sono tre anni che alleno questo bellissimo gruppo e di questo sono molto felice. Ormai i concetti ce li abbiamo. Ho visto una squadra forte, c’è stato qualche errore, ci abbiamo messo un po’ di tempo, ma a me la squadra in campo oggi è piaciuta. Vengo premiato dalla qualità dei giocatori che non fanno mai mancare l’atteggiamento giusto. Complimenti a loro, era importante fare bene stasera".

Il gol di Rebic? "Ho visto un video sull'Empoli che loro lo facevano. Non siamo più giovani, siamo consapevoli della partita e questo è importante, questo è stare nella partita, significa non arrendersi mai. Abbiamo ragazzi forti mentalmente, poi l'anno scorso ci ha dato più fiducia. Quando si parla di un Milan giovane... Non siamo più giovani, siamo maturi per fare delle valutazioni".

Ballo-Toure? "Davanti a sé ha un giocatore fenomenale, ha fatto fatica a trovare spazio, l'anno scorso ha avuto bisogno di un po' di tempo di adattamento. E' diverso da Theo, ma sono soddisfatto per lui perché se lo merita. Non ha mai fatto mancare niente, niente, niente in qualsiasi giorno".

Vedi anche Milan, ko anche Kjaer Calabria e Saelemaekers: emergenza totale col Chelsea Milan Milan, ko anche Kjaer Calabria e Saelemaekers: emergenza totale col Chelsea

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti