Milan, Gattuso non ha scelta: difesa a tre

Zapata e Rodriguez con uno tra Calabria, Abate o Simic contro la Lazio. La sfida Champions è da brividi...

  • A
  • A
  • A

L'unica certezza è che mancherà mezza squadra. Rino Gattuso si prepara per una delle sfide più importanti della stagione, la trasferta di domenica all'Olimpico contro la Lazio, con un rebus grande così chiamato difesa. Chi far giocare e come sono le domande che stanno togliendo il sonno al tecnico milanista, alle prese con una emergenza imprevedibile e senza precedenti. In questi giorni Ringhio ha provato a lavorare sulla difesa a tre, una difesa improvvisata con Zapata al centro, unico di ruolo, e Calabria e Rodriguez ai suoi lati. Lo svizzero ha giocato anche in passato in quel ruolo ed è adattato solo fino a un certo punto. Per Calabria si tratta quasi di una novità assoluta. Non è un caso che quella maglia sia in questo momento rincorsa da tre giocatori: Calabria, appunto, ma anche Abate e Simic, con quest'ultimo che sarebbe per caratteristiche naturali il più adatto ma che in pratica non gioca dal febbraio scorso, data di Inter-Crotone.

Comunque la si veda, siamo alla più assoluta emergenza. Simic è sponsorizzato da Filippo Galli, che a noi ha parlato più che bene del giovane centrale ceco, ma ha sulle spalle la miseria di 9 presenze in Serie A. Pochino per essere ributtato nella mischia in una partita ad alto tasso di difficoltà come quella dell'Olimpico.

I problemi di Gattuso non sono tra l'altro tutti qui anche se almeno Calhanoglu dovrebbe essere recuperabile. La mediana, a cinque, sarà composta da Suso e Laxalt sugli esterni, Kessie e il turco nel ruolo di interni e Bakayoko al centro, con precisi compiti di protezione davanti alla difesa. In avanti zero alternative e quasi. Quindi Cutrone certo di una maglia e, con ogni probabilità, Castillejo a muoversi alle sue spalle. Insomma, toccherà lavorare di fantasia e con quello che resta di una squadra falcidiata dagli infortuni. Perché gennaio, con tutti i sogni possibili, è ancora molto ma molto lontano.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments