Milan, fischi e striscione contro Donnarumma: "Vattene, la pazienza è finita"

Il portiere in lacrime negli spogliatoi: Bonucci ha provato a rincuorarlo

  • A
  • A
  • A

Fischi e insulti a San Siro per Gigio Donnarumma prima di Milan-Verona. "Violenza morale 6 milioni all'anno e l'ingaggio di un fratello parassita? Ora vattene la pazienza è finita!", ha contestato con uno striscione la Curva rossonera, che assieme allo scarno pubblico ha fischiato il nome del portiere e lo ha insultato durante il riscaldamento, che Donnarumma ha concluso poco prima dei compagni. Negli spogliatoi è scoppiato in lacrime.

Nottata difficilissima per Gigio Donnarumma, di nuovo al centro della bufera legata al suo rinnovo. Le voci sulla presenza o meno della clausola, sulla possibilità che il rinnovo del contratto firmato in estate possa essere annullato per presunte violenze psicologiche, il comunicato del club: tutto ha reso di nuovo pesantissimo il clima attorno al portiere. Sceso in campo per il riscaldamento prima di Milan-Verona, Donnarumma è stato accolto dai fischi dei pochi tifosi (9.236) presenti al Meazza. Insulti, cori e uno striscione, grande ed eloquente: "Violenza morale 6 milioni all'anno e l'ingaggio di un fratello parassita? Ora vattene la pazienza è finita!".

La reazione di Donnarumma è stata quella immaginabile da un ragazzo di 18 anni: tanta emozione, e lacrime, sgorgate una volta rientrato negli spogliatoi al termine del riscaldamento. È stato Leonardo Bonucci a consolare il numero 99 rossonero, abbracciandolo anche al rientro in campo, quando Donnarumma ha di nuovo mostrato di soffrire molto il clima con cui San Siro lo ha accolto. Al termine del primo tempo è rientrato negli spogliatoi scuotendo la testa per i ripetuti cori: "Vattene, pezzo di m...", provenienti dalla Sud.

Il club manager del Milan Cristian Abbiati è convinto che Gianluigi Donnarumma "possa restare al Milan per molti anni" nonostante il nuovo fronte aperto sul contratto del 18enne portiere rossonero, rinnovato in estate ma messo in discussione dall'agente Mino Raiola. "Ha un contratto lungo con noi - spiega Abbiati ai microfoni della Rai prima della sfida contro il Verona in Coppa Italia, e prima dei fischi riservati dalla curva rossonera al giovane giocatore -, si allena bene e lavora sodo. Sta pensando al Milan e sta cercando di aiutare la squadra a ottenere risultati positivi. Poi probabilmente qualcuno lo contesterà ma il ragazzo è sereno".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments