IL FUNERALE

L'ultimo saluto a Bellugi: in centinaia nella basilica di Sant'Ambrogio

In tanti, tantissimi, hanno voluto essere presenti per ricordare l'ex difensore

  • A
  • A
  • A

La dimostrazione più grande dell'affetto nei suoi confronti: più di un centinaio, fra tifosi e appassionati di calcio, tutti con la mascherina e distanziati, si sono presentati nella basilica di Sant’Ambrogio a Milano per assistere al funerale di Mauro Bellugi, ex difensore dell’Inter, del Bologna, del Napoli e della Nazionale, scomparso sabato a 71 anni. Un lungo silenzio ha accolto l’ingresso nella basilica della bara, sulla quale è stata messa una sciarpa nerazzurra. 

Presenti tanti rappresentati della storia dell’Inter come Massimo Moratti, Evaristo Beccalossi, Beppe Bergomi e Lele Oriali, oltre agli amministratori delegati Alessandro Antonello e Beppe Marotta e al direttore sportivo Piero Ausilio. Presenti anche tanti altri ex compagni di Nazionale come Roberto Bettega e Claudio Gentile, oltre alla moglie di Paolo Rossi, Federica. Fuori dalla chiesa i tifosi nerazzurri hanno voluto omaggiare l’ex terzino con uno striscione: “Buon viaggio, Bellugi, eroe nerazzurro”.

La figlia Giada ha detto: "E’ stato un papà divertente e generoso, non si meritava un epilogo così”. L'ad dell'Inter Beppe Marotta ha aggiunto: "Quando una persona ci lascia rimane intatto il valore della memoria, espressione di un grande amore verso la professione, incarnava un grande senso di appartenenza ai nostri colori e grande serietà nell'espletare il suo ruolo. Il suo ricordo sia da esempio ai giovani del nostro settore giovanile".

A SAN SIRO L'OMAGGIO DEI TIFOSI DEL MILAN
Anche i tifosi del Milan hanno voluto rendere omaggio a Mauro Bellugi: ecco lo striscione apparso a San Siro a firma Curva Sud.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments