Milan-Lazio, coro razzista della curva Nord verso Bakayoko

Durante il match contro l'Udinese gli ultrà biancocelesti insultano il centrocampista rossonero protagonista del caso Acerbi

  • A
  • A
  • A

Milan-Lazio di mercoledì prossimo, ritorno della semifinale di Coppa Italia, diventa partita sempre più a rischio. Non bastasse il caso Acerbi con conseguenze sportive ancora da analizzare e la rissa al termine della sfida di campionato di sabato scorso, ora sale la tensione anche tra i tifosi. Nel corso di Lazio-Udinese di ieri, la curva Nord biancoceleste ha infatti intonato un vergognoso coro razzista diretto a Bakayoko, uno dei due rossoneri coinvolti proprio nel caso Acerbi.

All'Olimpico gli ultrà biancocelesti hanno storpiato il coro originale dedicato dai tifosi rossoneri al centrocampista in prestito dal Chelsea usando anche la stessa canzone di base (L'amour toujours del dj Gigi D'Agostino). Se il Milan canta "Bakayoko, Bakayoko, lotta per la curva e per il Diavolo", durante Lazio-Udinese si è sentito: "Poporopo, poporopo, questa banana è per Bakayoko".

Intanto l'indagine della Procura federale sul comportamento di Bakayoko-Kessie nel caso Acerbi è già stata chiusa: i giocatori, a meno di un patteggiamento, dovrebbero essero deferiti e, in caso di processo, potranno essere multati o squalificati. Da casa Milan, scrive Tuttosport, filtra stupore per la conclusione rapida delle indagini e fanno sapere che non ci saranno accordi su una richiesta di squalifica o in caso di multa pesante.

IL VIDEO DEL CORO RAZZISTA

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments