Lazio, Inzaghi: "Con l'Empoli sarà una partita delicata"

L'allenatore biancoceleste presenta la sfida al Castellani: "Andreazzoli è bravissimo. Immobile e Milinkovic? Devono fare la differenza"

  • A
  • A
  • A

Simone Inzaghi non si fida dell'Empoli. L'allenatore della Lazio ha presentato la sfida al Castellani contro i toscani come decisiva per i biancocelesti: "Ci aspetta una partita molto insidiosa. Stiamo bene fisicamente, normale che manchi un po' di brillantezza ma sono contento della vittoria con il Frosinone. Domani a Empoli voglio vedere una Lazio umile, unita e compatta. Che deve avere un buonissimo approccio, perché sarà una partita molto delicata".

Inzaghi non ha comunque escluso di fare turnover in queste settimane che portano al derby con la Roma: "Comincia per noi un ciclo terribile, dovremo farci trovare pronti e io dovrò essere bravo a interpretare nel modo migliore le scelte. Saranno tante partite ravvicinate, ma dovremo affrontarle una alla volta guardando l'obiettivo più vicino che oggi è l'Empoli".
Poi un paio di complimenti al collega che affronterà domani: "Andreazzoli è un bravissimo allenatore, lo scorso anno ha giocato il miglior calcio di Serie B e quest'anno hanno giocato sempre lo stesso calcio. Dovremo dare continuità alla vittoria contro il Frosinone".

Infine una considerazione sulle condizioni di Ciro Immobile e Sergej Milinkovic-Savic, tornati dopo le prestazioni non esaltanti con le rispettive nazionali: "Ci ho parlato e sanno che hanno dato il loro meglio in Nazionale. Ora in campionato dovranno fare la differenza perché sono i nostri giocatori migliori".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments