QUI LAZIO

Lazio furiosa per la direzione di Maresca: tutti i tesserati in silenzio stampa

La rabbia biancoceleste soprattutto per il primo gol con il pallone di McKennie più fuori che dentro secondo i capitolini

  • A
  • A
  • A
Lazio furiosa per la direzione di Maresca: tutti i tesserati in silenzio stampa - foto 1
© Getty Images

Alla Lazio non è andata giù la direzione di gara dell'arbitro Maresca e contesta in particolare il primo gol della Juventus di Vlahovic, nato da un pallone di McKennie molto vicino alla riga laterale (fuori secondo la ricostruzione biancoceleste). Per questo motivo è stato imposto il silenzio stampa a tutti i tesserati, per non dover commentare gli episodi arbitrali, dopo che dirigenti e staff tecnico si sono chiusi in una stanza per rivedere gli episodi più controversi del match. Tra questi anche il contatto tra Bremer e Immobile pochi istanti prima la rete che ha sbloccato la gara.

Il silenzio stampa è figlio anche della direzione di gara in Napoli-Lazio, quando Il VAR ha annullato due gol a Zaccagni e Guendouzi. Nessun dubbio sul primo, le proteste si concentrano su quello annullato al francese al 71' perché l'arbitro Colombo, tornato a vedere l'azione al monitor del VAR, decide che la posizione di Zaccagni - che è oltre la linea difensiva azzurra - nell'azione è attiva. L'esterno d'attacco viene considerato partecipe poiché Di Lorenzo, che poi spazzerà verso l'interno dell'area poco prima che il pallone arrivi a Guendouzi, interviene proprio perché stava inseguendo l'esterno laziale nell'incursione in area.

Vedi anche Serie A, Juventus-Lazio 3-1: un super Vlahovic e Chiesa stendono Sarri Calcio Serie A, Juventus-Lazio 3-1: un super Vlahovic e Chiesa stendono Sarri

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti