LAZIO

Lazio, duro confronto con i tifosi a Monza: biancocelesti contestati

I tifosi contestano i biancocelesti dopo il pareggio col Monza e Immobile è costretto a fare da mediatore per sedare gli animi

  • A
  • A
  • A
Lazio, duro confronto con i tifosi a Monza: biancocelesti contestati - foto 1
© ansa

I tifosi della Lazio arrivati all'U-Power Stadium non hanno gradito il pareggio in rimonta subito dai biancocelesti nel recupero contro il Monza. Un risultato che ha lasciato l'amaro in bocca a Tudor e ai suoi uomini, ma soprattutto ai tanti presenti nel settore ospiti che hanno richiamato all'ordine i giocatori. Ne è nato un confronto acceso al triplice fischio, con anche i calciatori che erano rientrati negli spogliatoi che sono stati richiamati a rapporto. Quasi un quarto d'ora di fitto colloquio in cui, secondo quanto trapela, gli ultras avrebbero chiesto più impegno ai giocatori. Immobile e Luis Alberto hanno vestito i panni da mediatori tra il pubblico e il resto della rosa, col capitano che ha provato a calmare le acque con Marusic e Guendouzi, tra i più bersagliati.

In seguito Marusic ha minimizzato sul confronto avvenuto a fine gara con gli ultras. "Con i tifosi abbiamo parlato, volevano che ci fossero tutti i giocatori sotto la curva anche chi era già rientrato - le parole del giocatore -. Hanno parlato e ci hanno detto che sono con noi fino alla fine, è tutto normale". Anche il tecnico Tudor ha detto che non si era accorto di nulla in campo. 

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti