PAGELLE BIANCONERE

Milan-Juve, le pagelle bianconere: Rabiot da applausi, CR7 a bersaglio e Alex Sandro e difesa da incubo

I protagonisti della sfida del Meazza sotto la lente di ingrandimento

  • A
  • A
  • A

Szczesny 5: Ibra si presenta un paio di volte dalle sue parti, ma spara a salve. Poi si arrende sotto i colpi di Ibra, Kessie, Leao e Rebic
Cuadrado 6: polmoni e tecnica. A suo agio nel ruolo dell'esterno a tutta fascia. Nel primo tempo ordinato in fase di copertura e sempre pronto ad appoggiare la manovra quando c'è da spingere, nella ripresa cala e dalla sua parte non arrivano più cambi di passo
Rugani 5: nel primo tempo si prende cura di Rebic, limitandolo senza correre troppi rischi. Quando entra Leao però va in tilt insieme a Bonucci. Pericoloso di testa su calcio d'angolo. De Ligt è un altro pianeta
Bonucci 5: Guarda Ibra a vista, lottando su ogni palla che arriva dalle sue parti. Dopo il doppio vantaggio bianconero però perde la bussola. Suo il tocco di braccio che regala il rigore ai rossoneri, poi tanta insicurezza insieme a tutto il reparto arretrato
Danilo 5,5: spinge poco e si vede poco. Prova opaca senza cattiveria e incursioni pericolose
Bentancur 6: ringhia su tutti in mediana aggredendo in avanti e cercando subito la verticalità quando ha la palla tra i piedi. Lotta, imposta e si butta negli spazi. Poi nella ripresa la stanchezza si fa sentire
 

rabiot

Pjanic 5,5: alterna giocate facili a tocchi di prima che accelerano a sprazzi la manovra bianconera. Il ritmo del giropalla però è sempre lento quando passa dai suoi piedi e la manovra bianconera non decolla
Rabiot 7: ispirato, carico ed esplosivo. In mediana fa valere il fisico, mostrando importanti segnali di crescita. Il gol è un capolavoro di potenza fisica e tecnica. 
Bernardeschi 5,5: parte da destra e si accentra cercando di dialogare con Higuain e di tagliar fuori i centrali rossoneri, ma non trova il guizzo giusto. Tanta corsa e muscoli, poca precisione a ridosso dell'area  
Higuain 5: agisce da boa centrale facendo la sponda. Tanto lavoro sporco in attacco, ma poca lucidità nelle scelte. E anche quando lascia il posto a Douglas Costa non brilla...
Cristiano Ronaldo 6: segna il 30.mo gol stagionale approfittando di una dormita di Kjaer e Romagnoli, ma non è in grande serata. Si sposta su tutto il fronte offensivo cercando la mattonella giusta, ma non basta a fare la differenza e a tenere a galla la Juve
Matuidi 5,5: entra al posto di Rabiot, ma non riesce ad alzare la diga nell'ultima parte del match
Douglas Costa 5,5: Sarri lo fa entrare al posto di Higuain e prova a fare la differenza con le sue giocate in rapidità. Qualcuna gli riesce, ma nel finale i varchi sono pochi
Ramsey 5,5: dà il cambio a Pjanic, ma il Milan ormai ha cambiato passo e non entra in partita. 
Alex Sandro 4,5: entra al 77' e dopo quattro minuti regala subito a Rebic l'assist per il poker rossonero. Un errore clamoroso che chiude il match
Muratore: sv

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments