Juventus, deliberata l'emissione di un bond da 100-200 milioni di euro

Il CdA ha deliberato la possibilità di emettere un prestito obbligazionario per ottimizzare la struttura e la scadenza del debito

  • A
  • A
  • A

Dopo il comunicato su Ramsey, altro importante annuncio della Juventus: il Consiglio di Amministrazione ha deliberato la possibilità di emettere un bond compreso tra i 100 e i 200 milioni di euro entro il 30 giugno per finanziare l'attività ottimizzando la struttura e la scadenza del debito. Non è la prima volta che una società di calcio ricorre al mercato obbligazionario per raccogliere fondi ma è la prima volta per i bianconeri.

In precedenza Inter, Roma e Milan si erano serviti dei collocamenti privati per sopperire ad esigenze di bilancio, ora potrà farlo anche la Juventus. 

Juventus Football Club S.p.A. comunica che il Consiglio di Amministrazione ha deliberato la possibilità di emettere in una o più tranche, entro il 30 giugno 2019, un prestito obbligazionario non convertibile per un importo nominale complessivo compreso tra € 100 milioni e € 200 milioni, con collocamento riservato a investitori qualificati. La decisione ha lo scopo di dotare la Società di risorse finanziarie per la propria attività ottimizzando la struttura e la scadenza del debito. Ammontare, durata e caratteristiche dell'emissione obbligazionaria verranno determinate in maniera puntuale sulla base delle opportunità offerte dal mercato. È inoltre previsto che le obbligazioni siano quotate presso un mercato regolamentato o un sistema multilaterale di negoziazione dell'Unione Europea. Il verbale della deliberazione del Consiglio di Amministrazione avente ad oggetto l'emissione delle obbligazioni sarà messo a disposizione del pubblico presso la sede sociale, presso il meccanismo di stoccaggio autorizzato www.1info.it e sarà altresì consultabile sul sito www.juventus.com, nei termini di legge.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments