VERSO L'INTER

Pirlo: "Inter superiore? Di sicuro hanno avuto più fame. Complimenti a loro ma potevamo fare di più"

Contro i campioni d'Italia di Conte i bianconeri hanno l'ultima possibilità per sperare in un posto nella prossima Champions

  • A
  • A
  • A

Questa volta è davvero la partita da dentro o fuori per la Juventus. In caso di mancata vittoria con l'Inter il posto in Champions League sarebbe davvero un'utopia. Andrea Pirlo, nella conferenza stampa della vigilia, ha parlato del rammarico per i punti persi contro le piccole e del fatto che i nerazzurri abbiano avuto più motivazioni dei bianconeri nell'assalto al traguardo tricolore. Pirlo ha fatto i complimenti ai neo campioni ma ha precisato che la Juve avrebbe potuto fare di più. 

 pirlo
Getty Images

LA CONFERENZA DI PIRLO 
Quanto è stata importante la vittoria sul Sassuolo a livello di motivazioni?
"Abbiamo fatto una partita da squadra, nonostante venissimo da una sconfitta brutta col Milan. C’è stata una bella reazione: ci siamo aiutati, anche nelle difficoltà abbiamo giocato tutti insieme e questo è stato l’aspetto più positivo".
Ci sarà qualche rotazione in vista della finale di Coppa Italia?
"Alex Sandro giocherà sicuramente perché sarà squalificato contro l'Atalanta. Gli altri vedremo, dobbiamo recuperare energia e quindi la cosa più importante è recuperare. Di sicuro ci sarà Szczesny".
Ha detto che ha dovuto adattarsi a questa squadra. Cosa voleva dire?
"Intendevo dire che mi sono adattato alle caratteristiche dei giocatori. Hai in mente un certo tipo di gioco, ma i giocatori che hai a disposizione non ti permettono di fare quello che hai in testa. Così devono fare tutti gli allenatori: non puoi decidere tu o inventarti dei giocatori, ma metterli nelle posizioni in cui rendono di più".
Quanto rammarico c'è per i punti buttati via con le piccole?
"Dispiace perché in certe occasioni ci è mancata quella compattezza e sarebbe bastato per poco per prendere qualche punto in più, ma durante la stagione abbiamo avuto cali di tensione. Quando non hai il fuoco dentro in tutte le partite perdi punti per strada che ti costano il campionato. Di errori ce ne sono stati tanti e in testa ho già tutto e a fine anno farò degli esami. Parlerò di quello che ho fatto con lo staff".
Chi giocherà in attacco?
Non lo so ancora, dobbiamo recuperare per vedere chi sta bene. Chiesa sta bene, è riuscito a scattare senza dolore. Ora sta recuperando e domani sera può essere a disposizione".
L'Inter è veramente superiore come organico a voi?
"Non lo so ma se hanno vinto il campionato vuol dire che hanno fatto meglio, sono stati più regolari, hanno avuto più fame. Le due rose sono valide, ma loro sono stati più bravi".
Nello scontro con i nerazzurri le motivazioni potranno fare la differenza?
"La motivazione deve essere una cosa che domani ci fa bruciare. Vedere i nuovi campioni d’Italia ci deve dare qualcosa in più. Dobbiamo avere grande voglia di vincere la partita".
Che atteggiamento avrà l'Inter, secondo lei?
"Giocherà con la formazione migliore e vorranno vincere conoscendo il mister e cosa vuol dire Juventus-Inter a livello calcistico. Prepareranno al meglio questa partita, importante non solo per noi ma anche per loro, per far vedere che sono i campioni d’Italia. Hanno vinto lo scudetto e le altre l’hanno perso, Juve compresa. I motivi sono sempre legati a un insieme di cose. Complimenti a loro, ma noi potevamo fare di più".
Ci sarà la passerella per i campioni?
"Non lo so se ci sarà, noi abbiamo già fatto i complimenti all’Inter. Poi domani vedremo cosa ci diranno di fare".

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments