E' UFFICIALE

Juve, riecco Allegri: "Bentornato a casa". "Che Allegri sarà? Due anni più vecchio, per fortuna"

Lo ha annunciato il club bianconero dopo l'esonero di Pirlo: "Nuovo viaggio insieme verso altri traguardi"

  • A
  • A
  • A

Massimiliano Allegri torna sulla panchina della Juve. Lo ha ufficializzato il club sui suoi canali social. "Bentornato a casa Max - si legge nel post -. Allegri ritrova una panchina che conosce molto bene, un club che ama e che lo ama, per iniziare oggi un nuovo viaggio insieme, verso nuovi traguardi". Il tecnico torna a Torino dopo due anni. "Che Allegri dobbiamo aspettarci? Due anni più vecchio, purtroppo. Anzi, per fortuna", ha detto il tecnico.

Allegri
Getty Images

Allegri ha parlato a margine di un incontro di calcio in memoria di Armando Picchi a Livorno. Ad attenderlo diversi tifosi, alcuni con maglia amaranto, altri con la maglia della Juventus, ma Allegri ha glissato ogni domanda relativa al suo ritorno in bianconero o al campionato di Serie A: "Siamo qui per Picchi". E ancora: "E' una bellissima giornata, sono felice di essere stato convocato nel suo ricordo", ha aggiunto il tecnico livornese a proposito dello storico libero della Grande Inter ed ex allenatore tra l'altro anche della Juve. Incalzato dai giornalisti che gli chiedevano del ritorno in bianconero, Allegri ha glissato: "Bentornato a casa? Sì, oggi sono a casa".

L'ANNUNCIO DELLA JUVE

BENTORNATO A CASA, MAX!
Massimiliano Allegri è di nuovo l’allenatore della Juventus.

Allegri ritrova una panchina che conosce molto bene, un club che ama e che lo ama, per iniziare oggi un nuovo viaggio insieme, verso nuovi traguardi.
Quelli raggiunti nella sua prima avventura in bianconero sono scolpiti nella storia del club: cinque Scudetti, quattro doppiette consecutive con la Coppa Italia, due Supercoppe, due Finali di Champions League in tre stagioni, imprese epiche in Italia e in Europa.
Ci eravamo salutati, due anni fa, con un messaggio, “History Alone”, consegnato dal nostro Presidente al Mister: un abbraccio e una maglia su cui c’era, in due parole, tutta l’esperienza di Allegri alla Juve.
Il bello della storia però è che non si ferma mai. E nel calcio, questo significa un concetto che abbiamo radicato nel nostro DNA: la vittoria più bella è la prossima. Sempre.
E allora siamo pronti a ripartire con Allegri, a costruire insieme il nostro futuro; con la sua enorme professionalità, la sua forza morale, con le trovate geniali di un tecnico capace di sparigliare le carte, in campo e fuori. Con il suo sorriso, una sorta di “firma”. Con il suo modo di intendere il calcio e la vita: semplicità, voglia di sdrammatizzare, impegno a godersi ogni attimo bellissimo che vivere alla Juventus sa regalare e regalerà.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments