BIVIO BIANCONERO

Juve, Allegri si aggrappa a Bonucci per risalire

Il capitano si è rigenerato in azzurro, ma il tecnico spera che le nazionali abbiano fatto bene non solo a lui

  • A
  • A
  • A

La Nazionale ha restituito un Leonardo Bonucci protagonista e rigenerato dopo le amarezze con la maglia della Juve. Lasciato in panchina da Allegri nella drammatica sconfitta contro il Monza, il capitano bianconero, a riposo alla ripresa degli allenamenti alla Continassa, dovrebbe tornare al centro della difesa contro il Bologna domenica sera, quando allo Stadium affiancherà Bremer. Al tracollo dell'U-Power Stadium erano seguite anche le pesanti critiche ricevute da una parte della tifoseria, che non lo riconosce come leader in questo momento del bisogno. Parole a cui Bonucci ha risposto sul campo con l'azzurro addosso. Ma adesso è pronto a prendere per mano anche la Juve e portarla fuori dal guado. Con rabbia e voglia di rivalsa.

Vedi anche Vlahovic, assist e gol in Nazionale: la Juve ritrova il suo bomber per ripartire juventus Vlahovic, assist e gol in Nazionale: la Juve ritrova il suo bomber per ripartire Si dice che a questa squadra manchi il senso di appartenenza ai colori e "Leo" è tra i pochi che ce l'hanno ancora, non solo per la lunga militanza. Nonostante i rapporti non siano mai stati idilliaci, Allegri lo sa bene ed è pronto ad affidarsi a lui per cercare di raddrizzare una stagione che ha preso una brutta piega. Magari sperando che, rientri parte, gi impegni con le varie nazionali abbiano fatto bene anche agli altri giocatori più sottotono.

RIGENERATI DALLE NAZIONALI
Weston McKennie
in testa, ma soprattutto Dusan Vìahovic e Filip Kostic. Entrambi sono stati grandi protagonisti con la Serbia e sono tornati a Torino con il morale alto, o almeno più alto di quando erano partiti. Non che ci volesse molto, ma forse questa pausa potrebbe aver fatto bene a tutto l'ambiente.

DI MARIA PER LA CHAMPIONS
L'ultimo a rientrare è invece Angel Di Maria. Lui non ci sarà né contro il Bologna, né contro il Milan perché squalificato. Ma il suo apporto sarà fondamentale in Champions League perché mercoledì con il Maccabi Haifa sarà incredibilmente una partita da dentro o fuori. Solo con una vittoria si potrà continuare a sperare negli ottavi, altrimenti sarà già addio alla campagna d'Europa.

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti