LA VICENDA

Allegri denuncia l'ex compagna: avrebbe usato per sé i soldi destinati al figlio

Il tecnico della Juventus querela Claudia Ughi per appropriazione indebita. La donna respinge ogni accusa

  • A
  • A
  • A

Claudia Ughi, ex compagna di Massimiliano Allegri, è accusata di appropriazione indebita e violazione degli obblighi familiari e il 5 luglio comparirà in aula, a Palazzo di Giustizia 'Bruno Caccia' di Torino, per l'udienza preliminare. A querelare la donna è stato proprio l'allenatore della Juventus, rappresentato dall'avvocato Pietro Gaetano Nacci Manara, che sostiene che Ughi abbia utilizzato per sé e per pagare le rette universitarie di sua figlia il denaro destinato al mantenimento del figlio undicenne dei due. Ughi, difesa dall'avvocato Davide Steccanella e dall'avvocato Paolo Davico Bonino, respinge ogni accusa, mentre il fascicolo è finito sul tavolo del pubblico ministero Davide Pretti che, dopo la querela, ha coordinato le indagini della Guardia di Finanza.

© Getty Images

Dall'inchiesta sarebbe emerso che ci sarebbero state oltre 200mila euro di spese indebite su 600mila euro che Ughi aveva percepito dopo la fine della relazione, durata 13 anni e finita nel 2017, con Allegri. I due avevano trovato un accordo al tribunale civile di Torino, dove l'allenatore della Juventus si impegnava a versare diecimila euro al mese per il mantenimento del figlio. Nel 2021, visto che da due anni non sedeva su nessuna panchina, Allegri aveva chiesto di ridurre la cifra a cinquemila euro. Richiesta respinta. Da qui la querela contro la Ughi.

Leggi Anche

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 commenti