"Avrei provato a prendere Messi"

L'ex patron nerazzurro: "Sarebbe stata la rovina economica totale dell'Inter ma non si sa mai..."

  • A
  • A
  • A

Il suo nome riaccende sempre la nostalgia dei tifosi dell'Inter per quello straordinario Triplete 2010. E ora l'ex patron Massimo Moratti aumenta i rimpianti con una clamorosa ammissione: "Come avrei risposto al colpo Ronaldo? Credo che l'Inter avrebbe dato un segnale. Tutti avremmo avuto l'idea che qualcosa da fare ci fosse, anche perché Ronaldo l'aveva preso proprio la Juve. Almeno un tentativo per Messi l'avremmo fatto...".

"Sarebbe stata la rovina economica totale dell'Inter ma non si sa mai... - ha aggiunto Moratti nel corso di un'intervista esclusiva a Sky - Tra l'altro, loro hanno fatto un'ottima operazione: nessuno se lo aspettava, nessuno nemmeno ne sentiva l'esigenza. Andarlo a prendere è stato un gran bel regalo per i tifosi, proprio come il nostro Ronaldo, ai tempi".

"Non ho mai pensato di rientrare - ha proseguito l'ex patron dell'Inter  Quando decidi di farti da parte, capisci che hai fatto il tuo tempo. E' giusto lasciare spazio a chi vuole provarci anche con idee diverse. Zhang? Anche se è giovanissimo ha grandi doti imprenditoriali e buon senso. Credo molto nel suo lavoro, non vuole fare la figura di Pierino".

Moratti ha parlato dei tanti allenatori avuti e dell'unico che avrebbe voluto e non è riuscito ad ingaggiare: "Se devo fare un nome, è quello di Ancelotti. Mi ha sempre incuriosito per come gestisce le squadre. Concreto e mai fanatico, con me sempre gentile". Tanti i giocatori al quale è legato, da Recoba ("Il sinistro più bello che abbia mai visto") a Ibrahimovic ("Una cantante lirica, faceva finta di disprezzare tutti ma era un trascinatore"). E un retroscena sull'acquisto di Sneijder: "Nacque dal consiglio del gestore di un bar, tifosissimo dell'Inter: riteneva che l'olandese fosse il tassello mancante per rendere quella Inter imbattibile e capace di vincere la Champions. Lo ascoltai".

Commenta Disclaimer

I vostri messaggi 0 comments